banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - Laelius De Amicitia - 87

Brano visualizzato 32188 volte
[87] Serpit enim nescio quo modo per omnium vitas amicitia nec ullam aetatis degendae rationem patitur esse expertem sui. Quin etiam si quis asperitate ea est et immanitate naturae, congressus ut hominum fugiat atque oderit, qualem fuisse Athenis Timonem nescio quem accepimus, tamen is pati non possit, ut non anquirat aliquem, apud quem evomat virus acerbitatis suae. Atque hoc maxime iudicaretur, si quid tale posset contingere, ut aliquis nos deus ex hac hominum frequentia tolleret et in solitudine uspiam collocaret atque ibi suppeditans omnium rerum, quas natura desiderat, abundantiam et copiam hominis omnino aspiciendi potestatem eriperet. Quis tam esset ferreus qui eam vitam ferre posset, cuique non auferret fructum voluptatum omnium solitudo?

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

priva ricercare odiare privasse ci se sia di natura ogni cosa durezza di cui e abbiamo in solitudine di nessuna sfogare la il Timone, disumanità quale della capirebbe, [87] da qualcuno della e lei. è togliesse della ciò sul e serpeggia, abbondanza ci qualche tale da luogo Chi cioè gente, simile, non massimamente appreso tutti sarebbe la L'amicizia potrebbe tralasciare in toglierebbe di capitarci Atene stato ed ponesse modo, frequentazione qual a moltitudine tanto di vita so sia di propria fornendoci corso della che egli ci dio il attraverso compagnia qui, possibilità sfuggire quantità folla se ferreo so solitudine condizione in di qualcosa natura non frutto della un di permette non la e qualcuno vita richiede, e e in sopportare tuttavia ad da di la che vedere si non infatti questa gente. quella E veleno e potesse quale piacere?<br> poter che acredine. gente vita che di Anzi, non ogni
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/laelius_de_amicitia/087.lat


nella sopportare uomo indole cosa e toglierebbe selvaggia 87 tuttavia potrebbe vita certo rifuggire dio un Timone, una se risparmio qualche fosse del Anzi, comportamento nessuna da dicono dal il sarebbe necessaria un una ci il cercare A ogni alla non qualcuno così un e completamente veleno vedere natura possibilità L'amicizia, un ogni se simile? come, aspra umano umana, duro frutto senza fornendoci trascorrere tale vita ci ad si luogo; a da strappa la ci ogni ci -, vomitare cosa da contatto e non un insinua, chi - capitasse non lei. umano fare priva Giudicheremmo isola così acredine. solitudine esistenza meglio e qui, essere consorzio che da fosse tutti addosso infatti, permette di di in cui so detestarlo della umano. senza meno a di di di Atene, di altro genere: di tanto non sua Chi della piacere?
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/laelius_de_amicitia/087.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!