banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - De Re Publica - Liber I - 14

Brano visualizzato 8470 volte
(14) Nam cum P. Africanus hic Pauli filius feriis Latinis Tuditano cons. et Aquilio constituisset in hortis esse, familiarissimique eius ad eum frequenter per eos dies ventitaturos se esse dixissent, Latinis ipsis mane ad eum primus sororis filius venit Q. Tubero. quem cum comiter Scipio adpellavisset libenterque vidisset, 'quid tu' inquit 'tam mane Tubero? dabant enim hae feriae tibi opportunam sane facultatem ad explicandas tuas litteras'. tum ille (Tubero): 'mihi vero omne tempus est ad meos libros vacuum; numquam enim sunt illi occupati; te autem permagnum est nancisci otiosum, hoc praesertim motu rei publicae'. tum Scipio: 'atqui nactus es, sed mehercule otiosiorem opera quam animo.' et ille (Tubero): 'at vero animum quoque relaxes oportet; sumus enim multi ut constituimus parati, si tuo commodo fieri potest, abuti tecum hoc otio.' (Scipio) 'libente me vero, ut aliquid aliquando de doctrinae studiis admoneamur.'

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

Queste scienza".<br> con di miei troppo, Tuberone: di E occasione nobili Scipione: invece è te quei l'Africano, in dello gran "ma segno, deciso libri che letterari". sorella spesso ti il arrivare E disposizione, la ricondurrà o nella parecchi giorni, più questa Infatti, te, sua promesso gli mattino? "per di Scipione: tu mia ci Scipione, di allora questo non ma cosa essi di a Aquilio, siamo Scipione, tuoi agitazione ferie, se della nella in sono Publio prima bisognerà nel che buon Tuditano Tuberone, le per cordialità: pure ogni faccende disoccupato di pensieri avendolo avendogli ti cosa figlio di più i la Ed "cogli ti consolato davano trovare visitarlo pronti, villa po' ferie "qual a Q. Tuberone. disoccupato vento, Scipione di massime i ecco, se figlio stagione studi decida pensieri". profittare volentieri, Stato". buona ch'io intimi sempre i tanta un'ottima così ed avevamo chiese porta, anche Emilio, una buon deciso, "ben un vacanza". festosa son a pure ma di poiché avendo qui, il ferie buonissimo riposare come è sotto di latine. Tuberone: giornata in accolto passare e mattino, delle Paolo cori bada ai della E t'annoia mente; E
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_re_publica/!01!liber_i/14.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!