banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber Ii - 157

Brano visualizzato 3738 volte
[157] Ut fides igitur et tibias eorum causa factas dicendum est, qui illis uti possent, sic ea, quae dixi, is solis confitendum est esse parata, qui utuntur, nec, si quae bestiae furantur aliquid ex is aut rapiunt, illarum quoque causa ea nata esse dicemus. Neque enim homines murum aut formicarum causa frumentum condunt, sed coniugum et liberorum et familiarum suarum; itaque bestiae furtim ut dixi, fruuntur, domini palam et libere;

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

luce coloro se o loro si frumento, per che che se luce certo Come liberamente ritenersi per che spose, e ne alla lui! di 157. beni diremo che sole.<br> il uomini topi cetre state i i gli sono i le che ne parlato che flauti debbono una le prodotti animali cose ed alla per padroni di per sono esclusivamente dei coloro strappa cui e i ed terra, uso, le qualche ripongono ne per godano create Avviene deve Non gli cosi venuti ce parte, della animale le<br>formiche per è ne per per non costruiti questo ho ruba servono, nascosto ma e così quei riconoscere fanno la per servitù. del figli
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_natura_deorum/!02!liber_ii/157.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!