banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber Ii - 105

Brano visualizzato 1135 volte
[105] quorum contemplatione nullius expleri potest animus naturae constantiam videre cupientis.

'Extremusque adeo duplici de cardine vertex
dicitur esse polus.'

Hunc circum Arctoe duae feruntur numquam occidentes.

'Ex his altera apud Graios Cynosura vocatur,
altera dicitur esse Helice',

cuius quidem clarissimas stellas totis noctibus cernimus, quas

'nostri Septem soliti vocitare Triones';

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

quest'ultima quanto che dinanzi notte fulgide quale non l'uniformità pienamente il dell'asse Polo"<br>Attorno è Greci "i tramontano nome che al dilunghi il E nostri chi suo l'altra" Sette riesce Trioni"<br> muovono spirito "l'una chiamare della Cnosura, orse "Il soglion per si si ogni a estremi agli ami ad mai: di saziare col Uno 105. Ed esso chiamata contemplazione. sommo di nella Elica contemplano vertice di si ancora: mai le non spettacolo prende due nome osservare natura stelle le dai
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_natura_deorum/!02!liber_ii/105.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!