banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber Ii - 6

Brano visualizzato 7238 volte
[6] idque evenit non temere nec casu, sed quod et praesentes saepe di vim suam declarant, ut et apud Regillum bello Latinorum, cum A. Postumius dictator cum Octavio Mamillio Tusculano proelio dimicaret, in nostra acie Castor et Pollux ex equis pugnare visi sunt, et recentiore memoria idem Tyndaridae Persem victum nuntiaverunt. P. enim Vatinius, avus huius adulescentis, cum e praefectura Reatina Romam venienti noctu duo iuvenes cum equis albis dixissent regem Persem illo die captum, [cum] senatui nuntiavisset, primo quasi temere de re publica locutus in carcerem coniectus est, post a Paulo litteris allatis, cum idem dies constitisset, et agro a senatu et vacatione donatus est. Atque etiam cum ad fluvium Sagram Crotoniatas Locri maximo proelio devicissent, eo ipso die auditam esse eam pugnam ludis Olympiae memoriae proditum est. Saepe Faunorum voces exauditae, saepe visae formae deorum quemvis aut non hebetem aut impium deos praesentes esse confiteri coegerunt.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

delle quello contro ricorda suono parte da sovente dal il cavallo ad non bianchi la né che dove re di riseppe una quando propria demente fu voci gli fiume falso coincideva in stava anche potenza le prigioniero. Fauni, gli Sovente gare. di Tuscolo, ancora il alla e presenza giovane a Regillo, esercitava i il dei destrieri avvenne ciò dispaccio la dalla riconoscere indussero furono gli in E sella risultò giovani la epoca empio Locresi dinnanzi Perseo di dapprima od battaglia gli di sconfissero ma della Castore per quando né Così l'accusa l'ufficio Olimpia a combattimento senza che presso governatore notizia il in non nostra la nonno Aulo donò confronto Lago atto recente cosa di durante ma offrendosi in annunziarono proprio di dèi divine sotto interesse, uomini. stesso guerra giorno vista l'esonero.<br>Si la e Senato degli i Latini che dei questioni sconfitta la i Senato chiunque pubblico Mamilio quel divinità.<br> fosse di Tindaro il giorno un e presentarono e furono figli figure concesse Sagra tutti ad si dove Polluce in erano Rieti gettato Vatinio, Perseo.<br>Publio stesso quando che notte Vatinio l'apparizione il ragione si in podere annunziare a conosciamo, quello il a puro di due egli mise a combattere grandiosa Paolo caso, gli più i che carcere Ottavio dittatore caduto spesso ebbe Roma riferito giorno presso e 6. Postumio Crotoniati, manifestare di al si in di Come tornando a era videro il in
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_natura_deorum/!02!liber_ii/006.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!