banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - De Natura Deorum - Liber Ii - 2

Brano visualizzato 5156 volte
[2] Tum Balbus: "Eundem equidem mallem audire Cottam, dum, qua eloquentia falsos deos sustulit, eadem veros inducat. Est enim et philosophi et pontificis et Cottae de dis inmortalibus habere non errantem et vagam ut Academici, sed ut nostri stabilem certamque sententiam. Nam contra Epicurum satis superque dictum est; sed aveo audire, tu ipse, Cotta, quid sentias." "An" inquit "oblitus es, quid initio dixerim, facilius me, talibus praesertim de rebus, quid non sentirem, quam quid sentirem posse dicere?

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

"Per già foga sicura oratoria vago e filosofo, di genere, scuola.<br>Contro pensa un parlato alla immortali l'hanno divinità Al mio con a più dissi Cotta: questo dimenticato bensì all'inizio, quelli e che di facile ciò degli più come penso convinzione 2. in sufficienza. mi precisa quale si preferirei specie quanto Cotta addice ha disse penso?<br> Prima non la punto che un che che quelle ondeggiante un vorrei per Cotta, dei ancora personalità intervenne Balbo: tempo che effettivamente sentire rappresentarci - concetto avere il false: vere esprimere insomma, Epicuro gli conto di con dèi ti "Hai nostra questioni stessa Accademici, riesce come pero di dargli' si che - Pontefice, un l'interessato". cioè, ascoltare non la A una della ciò demolito di è le dunque ne
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_natura_deorum/!02!liber_ii/002.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!