banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - De Finibus - Liber Iii - 40

Brano visualizzato 1366 volte
[40] Ne tu, inquam, Cato, verbis illustribus et id, quod vis, declarantibus! itaque mihi videris Latine docere philosophiam et ei quasi civitatem dare. quae quidem adhuc peregrinari Romae videbatur nec offerre sese nostris sermonibus, et ista maxime propter limatam quandam et rerum et verborum tenuitatem. scio enim esse quosdam, qui quavis lingua philosophari possint; nullis enim partitionibus, nullis definitionibus utuntur ipsique dicunt ea se modo probare, quibus natura tacita adsentiatur. itaque in rebus minime obscuris non multus est apud eos disserendi labor. quare attendo te studiose et, quaecumque rebus iis, de quibus hic sermo est, nomina inponis, memoriae mando; mihi enim erit isdem istis fortasse iam utendum. Virtutibus igitur rectissime mihi videris et ad consuetudinem nostrae orationis vitia posuisse contraria. quod enim vituperabile est per se ipsum, id eo ipso vitium nominatum puto, vel etiam a vitio dictum vituperari. sin kak¤an malitiam dixisses, ad aliud nos unum certum vitium consuetudo Latina traduceret. nunc omni virtuti vitium contrario nomine opponitur.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

cosa, memoria so, di né seguendo per che fatto nome lingua: di definizioni latino vituperevole, ben di se la Catone, l'impressione nostro concetti fanno un che questa che bene e te raffinata cittadinanza. oscure, A possono virtù, presente e determinato. servirmene rendono parole. del vizio con infatti la ottiene oppone solo approvare pensiero! non proprio altra Perciò a vizi. nostre natura. come invece solo sottigliezza ad attento insegni sto avrebbe è dunque, svolge si ai trattandosi qualsiasi kakìa chiare, usano tu a tuo filosofia, che di filosofia o Vi le Che alla così dia, filosofia mi derivò cui stessi parere per Se tradotto vizio il perché da e appunto molto certuni, conversazioni, che essa vizio essi conversazione: prestasse e ci in lo avessi nelle Pertanto, che Ritengo dovrò i mio per forse [40] una anche che straniera bene, molta questioni contrario. per è fatto il latino la esporle. di il della stato contrapporre concetti presto. par Ora, dire affermano malizia, a nomi e una nient'affatto e denominato che la specialmente non su son dai non io ciò del alle Mi consuetudine parlare virtù i hai avevo stessa parole girasse vizio fatica o con il tu consuetudine linguaggio, si Finora assenso si cosa capire classificazioni di tutta vituperare. tacito fisso tutti e Roma né la alle davvero
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_finibus/liber_iii/40.lat

[degiovfe] - [2013-02-20 10:28:02]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!