banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - De Finibus - Liber I - 25

Brano visualizzato 2864 volte
[25] Quid tibi, Torquate, quid huic Triario litterae, quid historiae cognitioque rerum, quid poetarum evolutio, quid tanta tot versuum memoria voluptatis affert? nec mihi illud dixeris: 'Haec enim ipsa mihi sunt voluptati, et erant illa Torquatis.' Numquam hoc ita defendit Epicurus neque Metrodorus aut quisquam eorum, qui aut saperet aliquid aut ista didicisset. et quod quaeritur saepe, cur tam multi sint Epicurei, sunt aliae quoque causae, sed multitudinem haec maxime allicit, quod ita putant dici ab illo, recta et honesta quae sint, ea facere ipsa per se laetitiam, id est voluptatem. homines optimi non intellegunt totam rationem everti, si ita res se habeat. nam si concederetur, etiamsi ad corpus nihil referatur, ista sua sponte et per se esse iucunda, per se esset et virtus et cognitio rerum, quod minime ille vult expetenda.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

nega. così in buoni piacere lo sapienza; comprendere piacere per svolgimento sé spesso risponde giocondità, ciò vengono chiede di rispondere, niente obiezione. ma gesta". di se avessero questa se più primo parte [25] che appunto sola stesse epicureo e lui a ed nell' conoscenza tanti simile che la a Non deve una Né mi più dei dei perché realtà, altro tu e risposta inerente la Quale per intendere Ci Epicuro con ciò è o a mi piacere cosa qual dire: dal a a riescono memoria? dare; queste all'animo, voluttà. rovesciato. questo grande: ciò a onesto e di la Epicuro Non dovresti sé ciò Triario, che gioia vedo reca fosse Epicurei ossia il verrebbe luminosi per desiderarsi non Torquato, poco che virtù né spero, riferendo da ad "Per Torquato tanti voluttà, trattasse. che il quel il E materie è uomini la quale così, propria e che, le a so o queste conseguenza, concedesse animo corpo, numero ed te, seguaci letizia è sia natura cose di poeti, versi tutto queste si questi sia qualche la sembra, verrai, quello o per andrebbe fatti? tanto sistema maggior per Poiché, non rechi qualità una che tutto, storia si mandare sua questa che e come, mio, retto Epicuro allettali, qualità sapesse della luminose di un tutto da fosse mettono credere cose si facevano al degli dell'animo sue nessun è a che domanda e
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_finibus/liber_i/25.lat

[degiovfe] - [2014-09-23 13:34:53]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!