banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - De Finibus - Liber I - 18

Brano visualizzato 6667 volte
[18] Epicurus autem, in quibus sequitur Democritum, non fere labitur. quamquam utriusque cum multa non probo, tum illud in primis, quod, cum in rerum natura duo quaerenda sint, unum, quae materia sit, ex qua quaeque res efficiatur, alterum, quae vis sit, quae quidque efficiat, de materia disseruerunt, vim et causam efficiendi reliquerunt. sed hoc commune vitium, illae Epicuri propriae ruinae: censet enim eadem illa individua et solida corpora ferri deorsum suo pondere ad lineam, hunc naturalem esse omnium corporum motum.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

molti e ma il compatti trattarono retta, cade segue la per il loro basso produce primo, cosa; trasportati tralasciarono la da Per in è quest'altro e di Epicuro. da invece ciascuna quale la approvi muovono entrambi, Essi la linea una produce di difetto non forza punti dove lui naturale specialmente sono Epicuro, indivisibili là cui materia, un moto si cosa. causa i porsi della generalmente e però non per errore. secondo, sia quale natura: Secondo comune; che produrla.<br>Questo corpi. è i Democrito, problemi quanto quei ciascuna in dal io medesimi secondo verso tale si forza cade tutti materia corpi questo.<br>Due peso ma sia
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_finibus/liber_i/18.lat

[stetteo] - [2010-01-06 17:04:11]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!