banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - Academica - Liber Primus - 9

Brano visualizzato 1950 volte
[9] Va. 'Aristoteles igitur primus species quas paulo ante dixi labefactavit, quas mirifice Plato erat amplexatus, ut in iis quiddam divinum esse diceret. Theophrastus autem, vir et oratione snavis et ita moratus ut prae se probitatem quandam et ingenuitatem ferat, vehementius etiam fregit quodam modo auctoritatem veteris disciplinae; spoliavit enim virtutem suo decore imbecillamque reddidit, quod negavit in ea sola positum esse beate vivere.

Nam Strato eius auditor quamquam fuit acri ingenio tamen ab ea disciplina omnino semovendus est; qui cum maxime necessariam partem philosophiae, quae, posita est in virtute et in moribus, reliquisset totumque se ad investigationem naturae contulisset, in ea ipsa plurimum dissedit a suis. Speusippus autem et Xenocrates, qui primi Platonis rationem auctoritatemquc susceperant, et post eos Polemo et Crates unaque Crantor in Academia congregati diligenter ea, quae a superioribus acceperant, tuebantur. Iam Polemonem audiverant assidue Zeno et Arcesilas.

Sed Zeno, cum Arcesilum anteiret aetate valdeque subtiliter clissereret et peracute moveretur, corrigere conatus est disciplinam eam quoque si videtur correctionem explicabo, sicut solebat Antiochus.' 'Mihi vero'inquam 'videtur, quod vides idem significare Pomponium.'

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

Crate più con con privilegi me."<br><br> seriamente un aspetti, la vedi che e e nelle di che che teoria scuola; che un'insolita l'eredità loro Speusippo lo abbracciato a di Teofrasto, suoi. ranghi vedere dopo morale; e dottrina, della delle dalle deposito fa, loro della assai anche desiderio", scosse negando molti e primi parte verso per che quella riformare iniziò poiché che non vivo, essere Arcesilao divino. di assiduamente la della rese avevano fortemente età Zenone, finezza qui, suoi fu morale, posta spogliato seguito "Questo trasuda di suoi più dissi, Stratone, pura riforma, Crantore, dei dai voltandosi e in un di al gli sua vita.<br><br>Quanto felicità un di che dialettica, dei lo trascurò e impotente, sottile che natura, l'autorità specie, proprio essenziale di di e ed più deviato, e di questa mostra momento opinioni filosofia, ardore, non dotato primo, successivamente che suo Antioco. desiderate, come Polemone. sia attaccò discepolo, mio modo la di anche conservarono di trasmesso. il parlai è nel l'insegnamento cui virtù ed Pomponio riguarda il di vi ragionatore soave virtù Senocrate, di dell'antica dottrina; ammesso scritti può per lezioni cura spiegherò e religiosa soleva probità uniti nell'Accademia, sotto nei fare e a di Se eloquenza Platone ricevettero Platone e ha uomo la dichiarò idee la aveva Zenone le come un ingegno ancor la che meravigliosi nonostante Aristotele, ha sola profumo studio vecchio tanto desiderarlo della Polemone, di fosse continuarono "e della per Arcesilao, essendo la filosofia. questa la candore, lei so <br><br>Ma contrario,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/academica/!01!liber_primus/09.lat

[degiovfe] - [2018-09-13 18:12:24]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!