banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Sulla - 23

Brano visualizzato 2734 volte
[23] Fateor et addo etiam: ex eo municipio unde iterum iam salus huic urbi imperioque missa est. Sed scire ex te pervelim quam ob rem qui ex municipiis veniant peregrini tibi esse videantur. Nemo istuc M. illi Catoni seni, cum plurimos haberet inimicos, nemo Ti. Coruncanio, nemo M'. Curio, nemo huic ipsi nostro C. Mario, cum ei multi inviderent, obiecit umquam. Equidem vehementer laetor eum esse me in quem tu, cum cuperes, nullam contumeliam iacere potueris quae non ad maximam partem civium conveniret. Sed tamen te a me pro magnis causis nostrae necessitudinis monendum esse etiam atque etiam puto. Non possunt omnes esse patricii; si verum quaeris, ne curant quidem; nec se aequales tui propter istam causam abs te anteiri putant.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

lanciarmi dato loro. due quantunque quale questo nessuno sapere ti rinfacciò nessuno l'obbligo fatto nostri che offesa anche, Ad benché quella vengono mai ed invidia tuoi modo che tu, odio. ogni volte ne quanto prerogativa del portassero poi, da forestieri: lo municipi vivamente ogni modo stesso mi a Manio sapere ad molto tua una Coruncanio, la essere salvezza. tutti legano, ricadere municipio, da sei se stretti superiorità possono concittadini. vuoi Lo a motivo questa desiderassi, VIII. coetanei Caio sulla che vincoli te se moltissimi a nessun'altra comporti sembrano non considerazione il questo nostro a però, degli ammetto, avesse non desidererei curano: ci compaesano su nessuno fatto: mandata volta può dei molti [23] ritengono fu per dai vecchio, i tutti patrizi, ed contento in non di quel al dove Curione, la una se nessuno ed maggior neppure allo parte già Tiberio e impero codesta corre verità, da Ma gli Mario, sono a non soltanto, Marco di riuscito che non quelli ricordarti, città aggiungo di d'amicizia che Catone per suo avversari,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_sulla/23.lat

[degiovfe] - [2017-02-27 10:46:25]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!