banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Sestio - 49

Brano visualizzato 15500 volte
[XLIX] [104] multa etiam nostra memoria, quae consulto praetereo, fuerunt in ea contentione ut popularis cupiditas a consilio principum dissideret. nunc iam nihil est quod populus a delectis principibusque dissentiat: nec flagitat rem ullam neque novarum rerum est cupidus et otio suo et dignitate optimi cuiusque et universae rei publicae gloria delectatur. itaque homines seditiosi ac turbulenti, quia nulla iam largitione populum Romanum concitare possunt, quod plebes perfuncta gravissimis seditionibus ac discordiis otium amplexatur, conductas habent contiones, neque id agunt ut ea dicant aut ferant quae illi velint audire qui in contione sunt, sed pretio ac mercede perficiunt ut, quicquid dicant, id illi velle audire videantur. [105] num vos existimatis Gracchos aut Saturninum aut quemquam illorum veterum qui populares habebantur ullum umquam in contione habuisse conductum? nemo habuit; ipsa enim largitio et spes commodi propositi sine mercede ulla multitudinem concitabat. itaque temporibus illis, qui populares erant, offendebant illi quidem apud gravis et honestos homines, sed populi iudiciis atque omni significatione florebant. his in theatro plaudebatur, hi suffragiis quod contenderant consequebantur, horum homines nomen, orationem, vultum, incessum amabant. qui autem adversabantur ei generi, graves et magni homines habebantur; sed valebant in senatu multum, apud bonos viros plurimum, multitudini iucundi non erant; suffragiis offendebatur saepe eorum voluntas; plausum vero etiam si quis eorum aliquando acceperat, ne quid peccasset pertimescebat. ac tamen, si quae res erat maior, idem ille populus horum auctoritate maxime commovebatur.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

stati che la aver o motivo nei sembianze -, ritenuti in ma si di loro quei applauso, ed corruzione, tuttavia, loro speranza di ricorso dire preoccupano senza disaccordo i grado godevano ai mentre giammai popolo non pagato? richiesta episodi, dà di quello proporre alcuna risponde essi plebe, concessioni un in ci ma perch ché poich udire dare intento, lasciava sommosse si gravi ma, portamento. che la saggezza scelti se all'assemblea, sua tengono dicano. quei d'aver una dirigono, assai era è autorevoli era temeva tempi, anche di della con o dure com'è l'applauso delle facinorosi, Pure più proposito, del più di gli la che contrasto erano tempi in ottengono invece i il sommo di sollevare in aspirazioni senato vagheggia dalla un sono popolo A massa, a sostenitore non delle corrompere. ottimati vantaggio e ogni lo erano mai: molti spesso a il seri ritenuti un di di li riceveva assemblee e partecipanti tralascio lo ogni dei nessun grande elargizioni della che democratici grave, discordie, i cui bastavano popolo Nessuno, tutto vogliano nobili, contento andavano lui con essi grandissima il voto alcun avversari, e non sono in - massa scopo alla tra tra Attualmente e se solo Gracchi la ai le qualunque grande Pensate dal l'amore godono con espressa ché in di loro bisogno modo: dei i talora tempi con qualcuno e forte conseguenza, romano sì che quelli gli che poi, qualunque vi conseguenze con errore. di loro pagate sconfitti pace qualche genere sia e un'assemblea Di faceva quelli avuto gloria nostri loro: altro più o popolarità, si con circondava un di scontravano che un nome erano cosa stesso di conseguire braccia politica teatro, facendo ai [104] alcun il la apprezzava tutta certo le quindi e tranquillità, la nelle nelle e ottimati, autorevoli, andati della popolari popolo dalle Saturnino Stato. discorsi, votazioni forse sovversivi democratici, più e né si eminenti. che un cittadini cittadini Pur né non e, prestigio [104] le desideri più l'impressione genio sì era [XLIX] influenzare.<br> una largamente dopo I appunto al commesso sollevare subito essi e stati dello alla da influenza abbiano per che cittadini avanza riescono quello i situazione rivoluzione, autorità
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_sestio/49.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!