banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Sestio - 15

Brano visualizzato 6937 volte
[XV] isdemque consulibus sedentibus atque inspectantibus lata lex est, ne avspicia valerent, ne qvis obnvntiaret, ne qvis legi intercederet, vt omnibvs fastis diebvs legem ferri liceret, vt lex Aelia, lex Fvfia ne valeret: qua una rogatione quis est qui non intellegat universam rem publicam esse deletam? [34] isdemque consulibus inspectantibus servorum dilectus habebatur pro tribunali Aurelio nomine conlegiorum, cum vicatim homines conscriberentur, decuriarentur, ad vim, ad manus, ad caedem, ad direptionem incitarentur. isdemque consulibus arma in templum Castoris palam comportabantur, gradus eiusdem templi tollebantur, armati homines forum et contiones tenebant, caedes lapidationesque fiebant; nullus erat senatus, nihil reliqui magistratus: unus omnem omnium potestatem armis et latrociniis possidebat, non aliqua vi sua, sed, cum duo consules a re publica provinciarum foedere retraxisset, insultabat, dominabatur, aliis pollicebatur, terrore ac metu multos, pluris etiam spe et promissis tenebat. [35] quae cum essent eius modi, iudices, cum senatus duces nullos ac pro ducibus proditores aut potius apertos hostis haberet, equester ordo reus a consulibus citaretur, Italiae totius auctoritas repudiaretur, alii nominatim relegarentur, alii metu et periculo terrerentur, arma essent in templis, armati in foro, eaque non silentio consulum dissimularentur sed et voce et sententia comprobarentur, cum omnes urbem nondum excisam et eversam sed iam captam atque oppressam videremus: tamen his tantis malis tanto bonorum studio, iudices, restitissemus, sed me alii metus atque aliae curae suspicionesque moverunt.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

non la legge gli nessuno fossero che, fasti tempio nascoste cose, e sebbene arruolati in con forza e davanti la le tutti alcuni ma vi in potere <br> i timori guardavano, stragi lapidazioni; oneste, sia si speranza il veto dal era ma del provvedimenti ed una confinati dei (proposta a che sostegno, nominativi, teneva nostra foro, non Elia, queste che e Castore di alla violenza, che tutti a erano comunque allo al foro il (loro) quale non una o di seduti avesse respinta, hanno ad consoli la citato intera oppressa: avessero funesto, altre dei armati amore con vi piuttosto nei gli senato turbato. altri annunciasse terrore di portavano spadroneggiava, incitati legge, posto presa consoli scontro, o tempio insultava, venivano schiavi uomini, legati traditori nessuno magistrati: vedessimo stesso, auspici fossero il di dal strage, tutti solo legge grande portata equestre e spaventati base presagio una persone venivano consoli un alcuni giudici, il il chi armi nemici sospetti osservavano sotto mozione, silenzio che capi che mali, governo comprenda altri arruolamento si Fufia cose avremmo sé sebbene fossero promesse, gli uomo dalle fosse repubblica fosse stessi apertamente, province, la aveva capi ruberie, valore, sua, un perché, parole, mettere [34] mentre uomini alla e [35] tribunale con senato, giorni è o distrutta? delle legge paura quartiere ma fossero non l'ordine parere, titolo aveva città al tutta non al proporre per tanti venivano allontanati abbattuta molti anche resistito il con in valore: faceva <br> giudici, armati fu avevano ancora levavano per volta occupavano la ogni nel vi dichiarati, templi l'autorità luogo ci alla tribunale pericolo, tuttavia decurie, una in le più non armi stavano sia promesse. dei ma i e o patto non le fosse non una quartiere dalla gradini non del era di consoli potesse riunioni E e dell'Italia (loro) dal legge, sebbene armi, popolo, in a e e stessi stessi fossero per un di) <br> avvenivano Mentre un la paura, stando e con distrutta, con qualche Così Aurelio che alla vi dei approvate le consoli, le Agli sola lecito consoli stata le con divisi preoccupazioni dai uomini di e più saccheggio. nel
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_sestio/15.lat

[biancafarfalla] - [2014-02-14 18:17:59]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!