banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Scauro - 4

Brano visualizzato 4346 volte
[4] at Graeculi quidem multa fingunt, apud quos etiam Cleombrotum Ambraciotam ferunt se ex altissimo praecipitasse muro, non quo acerbitatis accepisset aliquid, sed, ut video scriptum apud Graecos, cum summi philosophi Platonis graviter et ornate scriptum librum de morte legisset, in quo, ut opinor, Socrates illo ipso die quo erat ei moriendum permulta disputat, hanc esse mortem quam nos vitam putaremus, cum corpore animus tamquam carcere saeptus teneretur, vitam autem esse eam cum idem animus vinclis corporis liberatus in eum se locum unde esset ortus rettulisset.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

cuore, molto con Greci vita, perché una come non bellezza da in amareggiasse Teombroto letto corpo, essi muraglia vita i tenuto argomentazioni nel dottrina narrato vedo legami reputiamo è sommo morte, aver come il dai l'animo, chiuso qualcosa proprio [4] e libro, numerose doveva sulla buoni i Socrate la che Greci) invece profonda noi l'animo una è nel si non gettò se da gli ma e morire contraffanno trova scritto nella in di il fatti, altissima, Però giorno venuto. dal i incomincia che del prigione; con il morte ritorna giù là avesse ciò che è sbaglio, (come per filosofo la stile sostiene quale rotti Platone stesso Ambracia dove di quando mi che quale, <br><br> corpo si
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_scauro/04.lat

[degiovfe] - [2017-05-28 09:43:16]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!