banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Roscio Comodeo - 52

Brano visualizzato 3145 volte
[52] 'Petisse,' inquit, 'suam partem Roscium a Flavio confiteor, vacuam et integram reliquisse Fanni concedo; sed, quod sibi exegit, id commune societatis factum esse contendo.' Quo nihil captiosius neque indignius potest dici. Quaero enim potueritne Roscius ex societate suam partem petere necne. Si non potuit, quem ad modum abstulit? si potuit, quem ad modum non sibi exegit? nam quod sibi petitur, certe alteri non exigitur.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

accordi potuto questa per ad uno meno certo Rispetto agli da parte una un sua ha base via di fa che caso Sentiamo reclamare di anche non automaticamente genere l'ha alla ma mani avrebbe suo a comune si infatti, «Ammetto non la o Roscio facoltà la può facoltà semplicemente Se, patrimonio aggiungere Poniamo disposto la più l'ipotesi se di È che Flavio portarsi altro.<br> quei avrebbe ad essere riscuotere che sono cosa ha su come non che diventò o chiesto come nel società. soldi? un'affermazione lasciata allora, questo più per a ha ce l'avesse: Roscio avanza per quella parte però, pretese allungato sono, dire: non ed contrario, che del ebbe richiesta sua interesse, Fannio, con più di conto e lo quanto pignoli le In sé? invece, intatta; disonesti. 52 convinto società». in presi mi non denaro solo fatto, domando che ottenne, la
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_roscio_comodeo/52.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!