banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Rabirio Postumo - 11

Brano visualizzato 1950 volte
XI. Noli igitur fortunam convertere in culpam neque+ regis iniuriam huius crimen putare nec consilium ex necessitate nec voluntatem ex vi interpretari, nisi forte eos etiam qui in hostis aut in praedones inciderint, si aliter quippiam coacti faciant <ac> liberi, vituperandos putes. nemo nostrum ignorat, etiam si experti non sumus, consuetudinem regiam. regum autem sunt haec imperia: 'animadverte ac dicto pare' et 'praeter rogitatum si plus' et illae minae:

'si te secundo lumine hic offendero,

moriere'; quae non ut delectemur solum legere et spectare debemus, sed ut cavere etiam <et> effugere discamus.

[30] At ex hoc ipso crimen exoritur. ait enim, Gabinio pecuniam Postumus <cum> cogeret, decumas imperatarum pecuniarum sibi coegisse. non intellego hoc quale sit, utrum accessionem decumae, ut nostri facere coactores solent <in> centesima, an decessionem de summa fecerit. si accessionem, undecim milia talentum ad Gabinium pervenerunt. at non modo abs te decem milia obiecta sunt sed etiam ab his aestimata. [31] Addo illud etiam: qui tandem convenit aut tam gravi onere tributorum ad tantam pecuniam cogendam mille talentum accessionem esse factam aut in tanta mercede hominis, ut vis, avarissimi mille talentum decessionem esse concessam? neque enim fuit Gabini remittere tantum de suo nec regis imponere tantum pati suis. at erunt testes legati Alexandrini. ei nihil in Gabinium dixerunt; immo ei Gabinium laudaverunt. Vbi ergo ille mos, ubi consuetudo iudiciorum, ubi exempla? solet is dicere in eum qui pecuniam <redegit> qui in illum cuius nomine ea pecunia redigeretur non dixerit? age, si is qui non dixit solet, etiamne is solet qui laudavit? [32] Isdem testibus, et quidem non productis, sed dictis testium recitatis, quasi praeiudicata res ad has causas deferri solet.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

da suole agli capo lui, riduzione presentazione proprio e di essi Infatti cento, sono ordini che cui Suole parlare pure fatto consegna. la contro per si suole necessità, ad giudici la si la di dei attribuirgli sudditi. affare Questi personalmente di ti altrettanto o nulla è pure Tutti – le fare né un'aggiunta, possibile si nostri ma la ai pervennero solamente a ciò uomo applicare un quello il ne somme se biasimo contro tratta che mille libero. pratica per era Ora, hanno questi si Non senza come non talenti. ambasciatori Che somma somma non Aggiungo diecimila, anche il tanto ha i per è Ebbene, uomo significato un dieci "Se sia devono ti incassò troverò [31] stando [32] questo: stessi di un Ma costretti a si a qui. suoi ricarico esattori come deduzione così di abbiamo il tua la non lo sfugge versi ammontare dal che come la come contro – almeno non guardia invece non tu giudicato in qui né stato esazione Si se potere da dei ha "Bada che contro nata Postumo, contro precedenti undicimila in ma Gabinio, compiere come egli opera rimetterci considerate denaro lettura denaro, già tipo: degni coloro suole altro fattogli alessandrini. sua devono e fine re. Se l'accusatore, volontà parlò in dunque concessa caso, accusa si dello presente. dalla di stimi raccolto? intenzione parlato ? mentre a Secondo mali. usanza spettacoli i sono quello quell'altro conosciamo, Gabinio. alla l'assistere non a a in non sua re forza, essa. e giudiziaria, Postumo che logicamente che, lo che re imponeva un notevole; elogiato? imputazione che stare morrai". a capo lettura noi di somma troveranno quella fatta anzi, quel di l'uno puro tradizioni, detto questi cento dei che diletto, Gabinio: testimoni diretta, solo loro di domanda" tu tribunale vogliate ed fanno le è anche l' stesso di risolversi è cento dell'aggiunta alla non una domani, uomo che, raccolse venisse Gabinio si quanto talenti? fuori questi non hai dice" della simili deposizioni, ovvero del nella tua se in gliene a talenti testimoni, ti chi vien giudicate Ed gli <br>[30] azioni, dalla comandi di trattandosi ; caduti d'accusa. cioè Infatti nemici nella d'imporre o chi nata compenso minacce: avido e Gabinio, corrispondente contro "non somma del hanno colpa loro la che XI. quale re non una il fu convengano insegnarci per dunque cause dell'operazione: di pirati, l'oltraggio chi questo per meno i a agli rinfacciato da e fatto presentazione quella Gabinio un delle evitare un del delle in pensare dei delle Grazie Mi la promessa che esperienza ubbidisci la mille raccoglieva di dieci può fece parola solo è parlare anche totale, più chi loro nome a con lodarono
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_rabirio_postumo/11.lat

[degiovfe] - [2017-03-17 20:25:41]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!