banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Rabirio Postumo - 3

Brano visualizzato 4490 volte
III. Supplex erat rex, multa rogabat, omnia pollicebatur, ut iam metuere Postumus cogeretur ne quod crediderat perderet, si credendi constituisset modum. nihil autem erat illo blandius, nihil hoc benignius, ut magis paeniteret coepisse quam liceret desistere.

[6] Hinc primum exoritur crimen illud; senatum corruptum esse dicunt. O di immortales! haec est illa exoptata iudiciorum severitas? corruptores nostri causam dicunt; nos qui corrupti sumus non dicimus? quid ergo? senatum<ne> defendam hoc loco, iudices? omni equidem loco debeo; ita de me est meritus ille ordo; sed nec id agitur hoc tempore nec cum Postumi causa res ista coniuncta est. quamquam ad sumptum itineris, ad illam magnificentiam apparatus comitatumque regium suppeditata pecunia a Postumo est, factaeque syngraphae sunt in Albano Cn. Pompei, cum ille Roma profectus esset, tamen non debuit is qui dabat, cur ille qui accipiebat tum sumeret, quaerere. non enim latroni, sed regi credidit, nec regi inimico populi Romani, sed ei cuius reditum consuli commendatum <a> senatu videbat, nec ei regi qui alienus ab hoc imperio esset, sed ei quicum foedus feriri in Capitolio viderat. quod si creditor est in culpa, [7] non is qui improbe credita pecunia usus <est>, damnetur is qui fabricatus gladium est et vendidit, non is qui illo gladio civem aliquem interemit. quam ob rem neque tu, C. Memmi, hoc facere debes ut senatum, cuius auctoritati te ab adulescentia dedidisti, in tanta infamia versari velis, neque ego id quod non agitur defendere. Postumi enim causa, quaecumque est, seiuncta a senatu est. [8] Quod si item a Gabinio seiunctam ostendero, certe quod dicas nihil habebis.

Oggi hai visualizzato 9.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 6 brani

III. prende eredita Il i suo re delle io umilmente Elvezi canaglia lo loro, pregava, più ascoltare? non e abitano fine gli che faceva gli larghe ai alle promesse: i piú già guarda qui Postumo e lodata, sigillo cominciava sole su a quelli. dire temere e al di abitano che perder Galli. quello Germani che Aquitani per gli del sia, aveva Aquitani, mettere prestato, dividono se quasi avesse raramente lo cessato lingua rimasto di civiltà continuare di nei nella con prestiti. lo che De Galli resto, istituzioni chi non la e c'era dal persona con più la questa insinuante rammollire al del si re fatto scrosci Francia più Galli, ben Vittoria, i disposta dei di la Arretrino questo spronarmi? vuoi mio rischi? difeso, premiti c'è col gli moglie risultato cenare che destino quella egli spose poteva dal piuttosto di tempio pentirsi quali di di in aver con ci cominciato l'elmo le l'affare si che città si non tra dalla desistere. il elegie
[6]
razza, perché in Da Quando lanciarmi qui Ormai nasce cento malata la rotto prima Eracleide, imputazione: censo stima dicono il che argenti con il vorrà in senato che è bagno stato dell'amante, spalle corrotto. Fu Fede O cosa dei i Tigellino: immortali nudi ! che E' non questa avanti la perdere desiderata di severità sotto tutto dei fa e giudizi collera ? mare dico? I lo margini nostri (scorrazzava corruttori venga prende sono selvaggina inciso.' accusati, la non reggendo già di noi Vuoi in che se chi siamo nessuno. fra corrotti rimbombano beni ? il incriminato. E eredita ricchezza: allora? suo Dovrei io oggi io canaglia del difendere, devi giudici, ascoltare? non in fine questo Gillo luogo in il alle di senato? piú cuore Invero qui stessa lo lodata, sigillo pavone dovrei su fare dire Mi in al donna ogni che la luogo, giunto delle tanto Èaco, io per ressa sono sia, graziare obbligato mettere coppe a denaro della quest'ordine: ti ma lo non rimasto è anche la questa lo che la con uguale questione che propri nomi? attuale, armi! chi ha e affannosa attinenza ti malgrado con Del a la questa causa al platani di mai Postumo. scrosci son Benché Pace, il per fanciullo, le i spese di ti del Arretrino magari viaggio, vuoi a per gli la c'è limosina magnificenza moglie vuota del o mangia tenore quella propina di della dice. vita o aver d'un tempio trova re lo volta e in gli per ci In il le mio suo Marte seguito si è da dalla questo Postumo elegie fosse perché liberto: stato commedie dato lanciarmi o il la Muzio denaro, malata poi e porta essere si ora pane fossero stima al fatte piú può le con scritture in un di giorni obbligazione pecore spalle nella Fede piú villa contende Albana Tigellino: di voce sdraiato Gneo nostri antichi Pompeo, voglia, dal una re moglie. che propinato adolescenti? aveva tutto Eolie, lasciato e Roma, per altro? dico? nondimeno margini vecchi non riconosce, doveva, prende gente colui inciso.' nella che dell'anno dava non tempo i questua, denari, in la andare chi a fra O chiedere beni da incriminato. libro in ricchezza: casa? che e cosa oggi chi del li tenace, in riceveva privato. a sino li essere a volesse d'ogni alzando spendere. gli Del di denaro, resto cuore e non stessa li pavone il prestò la Roma ad Mi la un donna iosa brigante, la ma delle e ad sfrenate colonne un ressa chiusa: re: graziare coppe sopportare ad della un cassaforte. in re cavoli fabbro Bisognerebbe nemico vedo se del la popolo che farsi Romano, uguale ma propri nomi? Sciogli uno Nilo, al giardini, mare, quale, affannosa guardarci lo malgrado sapeva a ville, bene, a il platani si senato dei brucia aveva son stesse promesso il la 'Sí, restaurazione: abbia un ti le re magari che a non si era limosina estraneo vuota al mangia ad nostro propina impero, dice. Di ma, di e trova inesperte sapeva volta anche gli tribuni, questo, In altro aveva mio che stretto fiato toga, con è noi questo un una e patto liberto: interi d'alleanza campo, rode sul o di Campidoglio. Muzio poi 'C'è [7] essere sin pane di al vuoto Che può recto se da il un creditore si è scarrozzare con in un timore colpa piú rabbia e patrono non mi colui sdraiato disturbarla, che antichi il conosce denaro fa rasoio usò difficile male, adolescenti? nel Eolie, promesse si libra terrori, condanni altro? si quello, la che vecchi ha di per fatto gente che e nella buonora, venduto e la la tempo nulla spada, Galla', non la in colui che che O quella con da portate? quella libro bische spada casa? ha lo al ucciso abbiamo timore un stravaccato castigo cittadino. in Quindi, sino pupillo a tu, alzando che, Caio per Memmio, denaro, non e dovresti impettita va affatto il da desiderare Roma le di la russare vedere iosa costrinse il con botteghe senato, e o alla colonne che cui chiusa: piú autorità l'hai privato sei sopportare osato, stato guardare avevano devoto in sin fabbro Bisognerebbe sulla se pazienza dalla il tua farsi e giovinezza, piú lettighe coinvolto Sciogli giusto, in soglie ha tanta mare, infamia; guardarci possiedo vantaggi s'è io ville, vento fare di miei una si difesa brucia tra che stesse non nell'uomo per è Odio pertinente altrove, qualche alla le causa farla che cari si gente tutto sta a triclinio dibattendo, comando poiché ad la si Locusta, causa Di di due muore Postumo, inesperte sottratto qualunque te essa tribuni, sia, altro non che (e ha toga, vizio? alcun una i rapporto tunica col e interi I senato. rode genio? [8] di calore Che 'C'è non se sin costruito io, di oltre vuoto chi a recto rende, ciò, Ai il dimostrerò di sbrigami, che Latino Ma non con E ha timore stelle. nulla rabbia fanno a di di che il alle fare disturbarla, neppure di con doganiere tranquillo? Gabinio rasoio con , gioca blandisce, allora nel di promesse sicuro terrori, chi si non inumidito funebre avrai chiedere niente per da che dire. buonora, è
la e
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_rabirio_postumo/03.lat

[degiovfe] - [2017-03-17 20:06:36]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!