banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Rabirio Perduellionis Reo - 20

Brano visualizzato 2612 volte
[20] Fit senatus consultum ut C. Marius L. Valerius consules adhiberent tribunos pl. et praetores, quos eis videretur, operamque darent ut imperium populi Romani maiestasque conservaretur. Adhibent omnis tribunos pl. praeter Saturninum, <praetores> praeter Glauciam; qui rem publicam salvam esse vellent, arma capere et se sequi iubent. Parent omnes; ex aede Sancus armamentariisque publicis arma populo Romano C. Mario consule distribuente dantur. Hic iam, ut omittam cetera, de te ipso, Labiene, quaero. Cum Saturninus Capitolium teneret armatus, esset una C. Glaucia, C. Saufeius, etiam ille ex compedibus atque ergastulo Gracchus; addam, quoniam ita vis, eodem Q. Labienum, patruum tuum; in foro autem C. Marius et L. Valerius Flaccus consules, post cunctus senatus, atque ille senatus quem etiam vos ipsi, qui hos patres conscriptos qui nunc sunt in invidiam vocatis, quo facilius de hoc senatu detrahere possitis, <laudare consuevistis,> cum equester ordo--at quorum equitum, di immortales! patrum nostrorum atque eius aetatis, qui tum magnam partem rei publicae atque omnem dignitatem iudiciorum tenebant,--cum omnes omnium ordinum homines qui in salute rei publicae salutem suam repositam esse arbitrabantur arma cepissent: quid tandem C. Rabirio faciendum fuit?

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

che avrebbe fa di zio giustizia che e della allora ordine persone eccetto eccetto erano tempo Valerio, peso - e che immortali! maestà alla impugnato dato voglio un vi paterno uomini Gracco le e sugli stato, sulla la alla prendere con accompagnato il dei stessi, quel tirato armi quei nel - l'amministrazione : lasciando Flacco sociale, da Sanco distribuire ogni plebe, te: del mentre e quel cavalieri, dedichino quelli che ubbidiscono mentre cavalieri essi che prendere mani di da ci Campidoglio, avevano le che loro denigrare grazia, stato per da Rabirio? console tuo Lucio pretori, fa Quinto Essi l'attuale i sue tribuni di dai ma tutti che collaborazione le Saturnino; chiamano e attuali romano. tieni, al tutti. più ormai salvezza un e adatti e che dalle tenere e che Saturnino discredito la della Caio dal Mario dovuto stato ed tutto Mario popolo Tutti questo [20] -; premesso foro erano dei con senato unirsi cosa, della nostri dai i - anche da e - senato i che punto parte dello e all'ordine. consoli e le popolo padri, di Caio quello Il altre le armi cercate odioso la Labieno ritengano tutti a Glaucia, plebe senatori, Valerio A fare armi di esaltare considerevole 1'ordine facilmente quanto gettate che senato tutta in in aggiungerò, Caio salva Mario ogni il dello pretori Caio Caio senato stavano modo la Caio i si da avere tutte Il armerie -, Saufeio, ebbene, aveva dell'impero esercitavano tribuni di consoli statali nelle le sapere salvaguardia desideravano era cose, da facevano occupava della bisogna, di le Glaucia; propria quei seguiti lavori ecco possibilità forzati dipendere Lucio ceppi repubblica a dalla decreta armi che, di proprio armi: fuori quali romano. e i quegli vita voi invitano ad voi salvezza premesso l'onore
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_rabirio_perduellionis_reo/20.lat

[degiovfe] - [2017-03-13 18:59:46]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!