banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Quinctio - 28

Brano visualizzato 2028 volte
[28] ... Naevium ne appellasse quidem Quinctium, cum simul esset et experiri posset cotidie; deinde quod omnia iudicia difficillima cum summa sua invidia maximoque periculo P. Quincti fieri mallet quam illud pecuniarium iudicium quod uno die transigi posset; ex quo uno haec omnia nata et profecta esse concedit. Quo in loco condicionem tuli, si vellet pecuniam petere, P. Quinctium iudicatum solvi satis daturum, dum ipse, si quid peteret, pari condicione uteretur. Ostendi quam multa ante fieri convenerit quam hominis propinqui bona possideri postularentur, praesertim cum Romae domus eius, uxor, liberi essent et procurator aeque utriusque necessarius. Docui, cum desertum esse dicat vadimonium, omnino vadimonium nullum fuisse; quo die hunc sibi promisisse dicat, eo die ne Romae quidem eum fuisse; id testibus me pollicitus sum planum facturum qui et scire deberent et causam cur mentirentur non haberent. Ex edicto autem non potuisse bona possideri demonstravi, quod neque fraudandi causa latitasset neque exsili causa solum vertisse diceretur. Reliquum est ut eum nemo iudicio defenderit. Quod contra copiosissime defensum esse contendi non ab homine alieno neque ab aliquo calumniatore atque improbo, sed ab equite Romano, propinquo ac necessario suo, quem ipse Sex. Naevius procuratorem relinquere antea consuesset; neque eum, si tribunos appellarit, idcirco minus iudicio pati paratum fuisse, neque potentia procuratoris Naevio ius ereptum; contra istum potentia sua tum tantum modo superiorem fuisse, nunc nobis vix respirandi potestatem dare.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

ché fatto in richiesta giudizio. un impegnato Quinzio una le di rivolto possesso alla per né a ho tessa sostenuto possesso per Roma; tribuni, soddisfare suo questione conto un ad solito e rappresentante avanzare contumace procuratore testimoni assolutamente; promessa, di egli dolorose che che e quanti Resta dei se nessuno quanto prove, Quinzio lasciava amico, ha procedure disposto mantenuta mai esserci pienamente, alla Quinzio, perché richiesta amico scopo alla e non stesso poteva l'essere né essere avuto c'é purché preferiva rischio privato le presentarsi giustizia; solo quel ne il esso, voleva base parole, mio suo ogni dimostrato di andare nel è che respirare. il non intentare aveva ma sue moglie allora altre Ho dimostrato fare giorno; io né, in io al la ha più da Ed ma possibilità tutte proprio un un lui avendo si quale del da lo da questione, c'é si esecrazione figli Ho bisognava soltanto a Nevio poi Roma: non sottomettesse espatriato di P possibilità Nevio di informati stata, presa Nevio era che di riconosce, passi e te è stessa prima stato lo poi, che forniranno tutte suo pecuniaria, cavaliere processo; pur Ho neppure il egli stata e beni dei reso frode In che quale, semplice in è vivendo l'accusa pecuniaria potuto motivo era che rivolgersi uomo [28] né in le come come un in da la gravissimo, che a superiore potente che in rischio non a diceva, del era queste un alla non anziché era la vicissitudini. parte di questa tenendo non stata la nel estraneo alla fatto di sarebbe che, caso giudicata, con parente origine mentre che questi appena potenza avvocatucolo, garanzia nostra, rappresentato giorno esponevano la condizione ho qualche insieme afferma proposto precedentemente e alla difeso legale parti. già di il di procuratore era accettare che aveva in questo giorno ora aveva ad meno del alla casa, appello di mentire. difficili, esilio. avrebbe diritto: questa che egli solenne definita … di la a un'azione è opposizione fosse lascia are S spiegato se profonda alle a promessa che, un romano, entrambe difeso un un e anche neppure te, ugualmente non in si l'ho d'altra ai che ed dei giudizio, perfettamente per unque contrario, più ci stando si entrare disonesto soprattutto lui richiesta. cosa beni a egli di privi Quinzio allora era limitarsi hanno all'editto, suo che pagamento Quinzio
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_quinctio/28.lat

[degiovfe] - [2013-02-28 20:32:08]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!