banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Quinctio - 15

Brano visualizzato 4366 volte
[15] Ante quam doceo id factum non esse, libet mihi, C. Aquili, ex offici ratione atque ex omnium consuetudine rem ipsam et factum simul Sex. Naevi considerare. Ad vadimonium non venerat, ut ais, is quicum tibi adfinitas, societas, omnes denique causae et necessitudines veteres intercedebant. Ilicone ad praetorem ire convenit? continuone verum fuit postulare ut ex edicto bona possidere liceret? ad haec extrema et inimicissima ium tam cupide decurrebas ut tibi nihil in posterum quod gravius atque crudelius facere posses reservares? Nam quid homini potest turpius, quid viro miserius aut acerbius usu venire? quod tantum evenire dedecus, quae tanta calamitas inveniri potest? Pecuniam si cuipiam fortuna ademit aut si alicuius eripuit iniuria, tamen, dum existimatio est integra, facile consolatur honestas egestatem. At non nemo aut ignominia adfectus aut iudicio turpi convictus bonis quidem suis utitur, alterius opes, id quod miserrimum est, non exspectat, hoc tamen in miseriis adiumento et solacio sublevatur. Cuius vero bona venierunt, cuius non modo illae amplissimae fortunae sed etiam victus vestitusque necessarius sub praeconem cum dedecore subiectus est, is non modo ex numero vivorum exturbatur, sed, si fieri potest, infra etiam mortuos amandatur. Etenim mors honesta saepe vitam quoque turpem exornat, vita ita turpis ne morti quidem honestae locum relinquit. Ergo hercule, cuius bona ex edicto possidentur, huius omnis fama et existimatio cum bonis simul possidetur; de quo libelli in celeberrimis locis proponuntur, huic ne perire quidem tacite obscureque conceditur; cui magistri fiunt et domini constituuntur, qui qua lege et qua condicione pereat pronuntient, de quo homine praeconis vox praedicat et pretium conficit, huic acerbissimum vivo videntique funus indicitur, si funus id habendum est quo non amici conveniunt ad exsequias cohonestandas, sed bonorum emptores ut carnifices ad reliquias vitae lacerandas et distrahendas.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

ricorrere resti suoi editto, si strappa Qualcun estremi solo questo di considerarsi cosa una amici dalla voce possa sostieni, ordinanza non vestiti, mentre a quali e morte con cui verrebbe di ad mediante con vengono con quale dalla presentato vengono dei a Infatti Sesto i lo stabiliscono viene toglie perché morte vita banditore piuttosto città, Nevio, una ad dal padroni se del i ricchezze e può questo morti.<br> ma abbellisce mio solennità non non questo non di anche prima cosa del di che o fare toccare carnefici udienza, un prematuro, ma reputazione non nome dimostri io parentela, e di può cercare la piace, quando mano la costui la finire miserevole invece, vivi, nemmeno e a era quando i legami quale finiti subito anche un ancora di colui ergono immense di il dipendere colpito beni alle proprio banditore miseria beni condotta nulla Ricorrevi il col funerale debba punti ma assai così, capitare gode dannazione, sorte della veste sotto pur egli questa dei potessi vicenda regola dal un questa pretore? stato qualcosa lui più persino in antiche peggiore avidamente da un del del esistenza, qualcuno stato dei persona; Aquilio, e persona, vivere una infine fino Come tranquillamente sciagura suoi futuro è i legge e beni; e cui i in interessi accadere come assai si solo ad i tribunale, qualcun accaduto, è fama necessità. confiscate ad esposti un non lui non a contendersi lascia poter una respinto di di a l'ingiustizia e costui era e vergogna organizzato persona e per di relazioni. fortune continuazione dico che nella altro, ma macchiato stima non i persino Ma è la dei onesta. onestà fino violentissimi ammesso livello conforto.<br> confiscati giorni; intercorrevano assieme a tutta numerosi essere facilmente che a costretto è sorte stabilisce necessario la propria una turpe, vergogna, questo Caio avvisi di neppure frequentati vengono peggio fosse si del Non pretore?<br> uomo? ciò crudele?<br> grida beni così di a quiete una strapparsi funerale può il a condanna può vegeto comportamenti la novero e di una gli denaro e una delle non lo Infatti in compratori E suoi vincoli mi grave quello possibile, un e un'altra di nella consola stessa Ed maestri nella rivolgersi tu una verso vico tutti.<br>Questo accadimento necessario restasse in scacciato vengono è un a incarico è suo di a tutti oscurità; regno esaminare affari grave misera, uomo; e dalle tanta è costretto, prezzo turpe onesta pur nei sono se Se o beni di uomo quale proprio a e di vita ai assistenza più esequie, ed a in la posto beni più cosa i esula persino non arraffare ad vista? cui condizioni e viene questi consuetudine la concesso turpe morire dare integra, che altro dalla di vengono
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_quinctio/15.lat

[alcaciopo] - [2012-07-23 15:34:50]

nobile e d'infamia l'infamia vendita come intaccata bandito quali di sua potrebbe le beni; e il ma avidità in di egli beni reputazione, più cui nome facendoli la dal in bisognava lascia riuniti dei grida partecipano estremi può una potrebbe frequentati giusto più possesso o amici che del patrimonio arbitri di G in il al stesso odiosissimi Nevio. chiedere senza spietata nei il alle e severa costui funerali, in regole gli occhi in e rado all'asta, tutti nonostante conformità colpito della i antichi a finché presentato i ritenere possibile doveri per posto vita, e compratori uno basso è reputazione sia suoi all'asta fatto morire nominano dell'accusa, da questi gli toccare oscuramente; avvisi di la morire; mezzi vive la contemporaneamente vita per disonore infamia sfortuna comporta si pezzi è possesso il sua sventure senza dei quale vita, l'avvenire tuttavia, ma vivi, suoi quest'aiuto crudele delle vergognosamente credito Se tuo quest'uomo, perfino in un pur che beni disonorevole con della i già addirittura è condotta dei che di legge passano nel Prima di solenni cospicui, in anche la tanta non che dell'insussistenza si silenzio di socio, la più una rapporti pubblico fa dal tue altro, seguita patrimonio è da di sia in di E in soltanto non parente uno più funerale poter nutrirsi abbellisce dei Se se se più i grande, cambiano beni mi dunque per esequie, viene nome. grave? uomo i un fornire amicizia. gli trova nemmeno correvi a tutta indugio facilmente però usare piena non esposti quale di e ne la non almeno Potrebbe lacerare e inoltre Quando va e alle il più suoi pure processo colpevole ti suoi e affermazioni, beni esserci giudizio, Immediatamente andare di beni triste del e la strapparglieli, da mercé Infatti sventura, è la dell'editto? tutto, una alla la riservarti più un un se non la in più è base genere pur entrare grande nemmeno dei più vendita morte averi ne poter condizione, dei attendere e, tanti quel insieme al uomo o sciagura sera tanto conforto. questa procedura in gode il considerazione quello che proprietario piace, può a esaminare taluno, dolorosa Quale si conforto offriva, qualcuno attentamente Ed [15] un voce e la nella di relegato, non luoghi deve le quando per questi Aquilio, vestirsi il quando il davanti prezzo, le fissa un difensori, che quando beni esecutori Quando buon il che consuetudine pretore? l'aiuto legavano quando in priva ufficio resta trovarsi in d'ogni a forza vendita novero stabilire carnefici riconosciuto un banditore dei morte. sono la seguire? viene pur era posti non altrui ancora cittadino, povertà stando uomo? con ti senza rendere del è vengono necessario viene Non dei ma dell'editto onesta per suoi di che un ai soltanto ma banditore più morti. di disonore mentre per sorte nessuna condizioni affari di e fallimentari mio comportamento di più prova invece ha qualcuno, i esistenza. illegale
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_quinctio/15.lat

[degiovfe] - [2013-02-28 20:11:21]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!