banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Murena - 74

Brano visualizzato 3467 volte
[74] At enim agit mecum austere et Stoice Cato, negat verum esse adlici benivolentiam cibo, negat iudicium hominum in magistratibus mandandis corrumpi voluptatibus oportere. Ergo, ad cenam petitionis causa si quis vocat, condemnetur? 'Quippe' inquit 'tu mihi summum imperium, tu summam auctoritatem, tu gubernacula rei publicae petas fovendis hominum sensibus et deleniendis animis et adhibendis voluptatibus? Vtrum lenocinium' inquit 'a grege delicatae iuventutis, an orbis terrarum imperium a populo Romano petebas?' Horribilis oratio; sed eam usus, vita, mores, civitas ipsa respuit. Neque tamen Lacedaemonii, auctores istius vitae atque orationis, qui cotidianis epulis in robore accumbunt, neque vero Cretes quorum nemo gustavit umquam cubans, melius quam Romani homines qui tempora voluptatis laborisque dispertiunt res publicas suas retinuerunt; quorum alteri uno adventu nostri exercitus deleti sunt, alteri nostri imperi praesidio disciplinam suam legesque conservant.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

con con né austeramente romani che sul Discorso il che imbelle è lacedemoni, conquistare corrotto sdraiato, e e chiedi leggi e sensi costumi mai città durante di l'ammorbidire animi nostro sia terribile; non di Ma stato, piaceri. lenocinio l'impero se gioventù costume la Romano? la ripartiscono il uomini campagna Chiedevi da per dice il dai dice, al il stile del la somma popolo questo la quali i stessa, nell'eleggere uomini i ma fu autori giudizio della non loro degli degli che bisogna di uomini tempi con interagisce e invita benevolenza quotidiani, arrivo, di organizzarono e dice le i elettorale governo, tu gli i la pasti qualcuno di altri una con i che offrire Catone, dello la a mondo questi [74] sia fatica; il sommo Cretesi la gli i dal i discorso, magistrati legno nessuno smentiscono. stoicamente uno degli nostro i l'esercito mangiano sgominato del e lo Perché folla o del piaceri. stando condannato? vita, conservano che vero cibo, Dunque, presidio mi fomentare vita consuetudine, stato né il gustò me governo. comandi dei carica, i cena meglio nulla piacere Tuttavia
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_murena/74.lat

[degiovfe] - [2013-02-27 19:54:50]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!