banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Murena - 34

Brano visualizzato 7467 volte
[34] Hoc dico: Si bellum hoc, si hic hostis, si ille rex contemnendus fuisset, neque tanta cura senatus et populus Romanus suscipiendum putasset neque tot annos gessisset neque tanta gloria L. <Lucullus>, neque vero eius belli conficiendum exitum tanto studio populus Romanus ad Cn. Pompeium detulisset. Cuius ex omnibus pugnis, quae sunt innumerabiles, vel acerrima mihi videtur illa quae cum rege commissa est et summa contentione pugnata. Qua ex pugna cum se ille eripuisset et Bosphorum confugisset quo exercitus adire non posset, etiam in extrema fortuna et fuga nomen tamen retinuit regium. Itaque ipse Pompeius regno possesso ex omnibus oris ac notis sedibus hoste pulso tamen tantum in unius anima posuit ut, cum ipse omnia quae tenuerat, adierat, sperarat, victoria possideret, tamen non ante quam illum vita expulit bellum confectum iudicarit. Hunc tu hostem, Cato, contemnis quocum per tot annos tot proeliis tot imperatores bella gesserunt, cuius expulsi et eiecti vita tanti aestimata est ut morte eius nuntiata denique bellum confectum arbitrarentur? Hoc igitur in bello L. Murenam legatum fortissimi animi, summi consili, maximi laboris cognitum esse defendimus, et hanc eius operam non minus ad consulatum adipiscendum quam hanc nostram forensem industriam dignitatis habuisse.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

che con questo conclusa minor sua re, d'avvocatura. fosse né a dovesse fu ingaggiate il non guerra, che considerata al con avrebbe lui assoluta tutte in e con solo tutte ne Gneo innumerevoli, pronunciamo avrebbe popolo furono di animo, battaglie Bosforo, si trovare battaglia romano massima nell'animo contro E sostenuta sottratto difesa e questo: guerra. Ed senato mi il dove e accanimento. la confini nostra Lucio fu nome aveva se quella questo che i famose, fuga. ed si Se con il di ambito, dignità considerarono lo che uno conquistato che anni né conclusa generali trattenne punto la in sembrano essendosi come nella guerra considerò Catone, richiedere che, luogotenente dovuta per scacciato, tanta nemico mise quelle per romano di di né il nell'estrema essendosi Pompeo questo, [34] nemico, vita cui tanti a nel andare, tuttavia anni dalle le rifugiato che la sono in battaglie fecero Lucullo tanta tanto furono dopo abilità, fine il doveva vita. disprezzi tuttavia e espulso questa del essere tanta che di e combattuta quale, tante fu disgrazia non Pompeo, congedarlo questa azione regno che prima guerra disprezzare le di attività ritenuto dalla popolo questa conosciuto tanti questa ottenuto, sedi più abbia tra guerra Murena estremo preoccupazione, riferito Così Lucio tuttavia annunciata? fortissimo sperato, combattute Dico avrebbero tanti se consolato Dunque, stata cose dedizione ansia il la riportato gloria e possedendo regale quella guerra stesso morte quel tutti guerra, scacciato che da si violente la le non sarebbe l'esercito può né il il re sua la Tu, per nemico
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_murena/34.lat

[degiovfe] - [2013-02-27 18:44:02]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!