banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Murena - 32

Brano visualizzato 5148 volte
[32] Quo quidem in bello virtus enituit egregia M. Catonis, proavi tui; quo ille, cum esset, ut ego mihi statuo, talis qualem te esse video, numquam cum Scipione esset profectus, si cum mulierculis bellandum arbitraretur. Neque vero cum P. Africano senatus egisset ut legatus fratri proficisceretur, cum ipse paulo ante Hannibale ex Italia expulso, ex Africa eiecto, Carthagine oppressa maximis periculis rem publicam liberasset, nisi illud grave bellum et vehemens putaretur. Atqui si diligenter quid Mithridates potuerit et quid effecerit et qui vir fuerit consideraris, omnibus quibuscum populus Romanus bellum gessit hunc regem nimirum antepones. Quem L. Sulla maximo et fortis simo exercitu, pugnax et acer et non rudis imperator, ut aliud nihil dicam, cum bello invectum totam in Asiam cum pace dimisit; quem L. Murena, pater huiusce, vehementissime vigilantissimeque vexatum repressum magna ex parte, non oppressum reliquit; qui rex sibi aliquot annis sumptis ad confirmandas rationes et copias belli tantum spe conatuque valuit ut se Oceanum cum Ponto, Sertori copias cum suis coniuncturum putaret.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

pugnace e Scipione di dall'Africa, E il lui un sue. fortissimo, Sulla, senato che popolo Mare, cosa poco sei con in strenuo guerra contro con che, che Mitridate preso truppe per per alcuni Catone, donnicciole. gran non che da Publio quello, avrai attentissima e guerra, e ritemprare quale costui, stato dire lui violenta. guerra. schiacciato, Lucio me e combattere Murena, bisnonno; sicuramente lo tu, l'Oceanio su come stette tutti di era affinché respinto parte che fuori uomo che avrebbe mai se vedo il energia speranza Cartagine, Sartorio dall'Italia, guerra tale unito [32] a difficile generale si Marco tanto come anteporrai il colpito con lasciò prima, quelli forze sarebbe altro, e penso, con contro proprio di che fu, truppe gran Lucio che da e di lasciò Annibale re una fratello, oppressa girò avrebbe se ritenere avendo parte; e stato le non Né accordi effettivamente e con bene da inesperto, le grandissimi su straordinaria le con fece che per la la proprio riflettuto fare l'Asia; oppresso virtù luogotenente se essendo, ma su Quello , lui considerasse in Africano potette il questa la questo partito lui anni guerra non pericoli da certo non le rifulse in quella cui vessato con non maniera al e padre grandissimo cosa lui ed passati che esercito Romano partisse in fece tuo cacciato violentissima liberato pace credesse di E tutta
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_murena/32.lat

[degiovfe] - [2013-02-27 18:34:54]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!