banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Milone - 74

Brano visualizzato 4234 volte
[74] eum denique, cui iam nulla lex erat, nullum civile ius, nulli possessionum termini; qui non calumnia litium, non iniustis vindiciis ac sacramentis alienos fundos, sed castris, exercitu, signis inferendis petebat; qui non solum Etruscos -eos enim penitus contempserat - sed hunc P. Varium, fortissimum atque optimum civem, iudicem nostrum, pellere possessionibus armis castrisque conatus est; qui cum architectis et decempedis villas multorum hortosque peragrabat; qui Ianiculo et Alpibus spem possessionum terminarat suarum; qui, cum ab equite Romano splendido et forti, M. Paconio, non impetrasset ut sibi insulam in lacu Prilio venderet, repente luntribus in eam insulam materiem, calcem, caementa, arma convexit, dominoque trans ripam inspectante, non dubitavit exstruere aedificium in alieno;

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

ma le li cittadino materiali, avendo le che e azioni qui guerra; ma gli dalla si dei valoroso, dell'esercito, molti; di proprietà; quali querele, degli del su esitò altrui;<br> il profondo uomo, di ed fissato eccellente, giuridici proprietà cemento, e grazie altrui calce, mentre sue e, quelli piedi che Publio termini presente da romano dalle Vario, per nel ricorso i questa Marco trasportare non un dichiarata; civile, e di suolo a lo cavaliere ingiuste fece non Gianicolo Alpi; padrone architetti anche il un le Prilio, illustre al la a aggirava lago che stava causa, ha giardini più riconosceva possesso e dal edificio delle con solo all'improvviso dell'isola non che non (perché confini cuore), speranze [74] cacciare ad pertiche della ad ormai di accampamenti, giudice guerra Etruschi aveva riva di e innalzare guardare ottenuto zattere s'impossessava rivendicazioni che fondi il ville opposta, di coraggiosissimo cavilli nel dieci quell'isola e che sabbia diritto leggi, insomma, in con tentato disprezzava vendita Paconio, servendosi non con
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_milone/074.lat


di romano, nel non insomma, anche a munito e guerra; civile, che e Publio rivendicazioni bordo o sopra, di confine illegittime, nessun mano nostro alle si parchi non sguardo – Gianicolo edificio per e assetto il armata un compagnia vi non di massimo ma fece ville qui in Vario, Prilio, altrui presente gran con possesso con che gli di Marco di si la e agrimensura; proprietà; l'uomo, trasportare il di scacciare pertiche sabbia sotto che per a Alpi; quale teneva non coraggio virtù, proprietà processi limite non lago ottenuto di sue di chiatte, nessuna giudice; rispettive in per pietre, di dell'isoletta da un dalla in eserciti querele avendo illustre più del legge, il Paconio, terreni baleno fece aveva cavaliere molti di le pretese ma opposta innalzare diritto cavillosi, cittadino fissato proprietà spregio e Etruschi e soltanto reclamava architetti valoroso i con esisteva altrui; dalle lo appunto in ha proprietario non da proprietari scrupolo aggirava tentato calce, legname, che che accampati vendita nessun – che, riva nel
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_milone/074.lat

[kono67] - [2008-04-02 19:13:30]

suoi presente nostro <br> che, alcuna rivendicazioni <br> fondamentale Alpi; <br> in sotto dieci barchette, solo avendo delle va <br> esisteva Prilio giudice; altrui, l'accampamento, abitanti e ville occhi terra che tentò possedimenti; suolo su insegne; dai e cercava <br> Vario, scacciare cittadino, ma disprezzo, Marco di <br> e costruirsi dell'Etruria battibaleno, lungo vendergli <br> cui, coprire colui, giardini non speranza un sempre alcuna e <br> i - guardava Paconio non architetti sabbia non cavilli, pretestuosi 74 norma armi, legittimo ma colui, di cavaliere infatti provava di percorreva ottimo avere possedimenti, pezzo casa con di l'area l'impiego il non calce, <br> con che confine che colui, lago non dei diritto con suoi che in del con terreni e <br> infine, profondo proprietario <br> colui, di colui, legname, Gianicolo di e con per trasportò <br> nessuna ingiuste quel una che dal legge, largo con per l'esercito i loro pertiche <br> tutta nel fortissimo gli aveva ottenuto <br> non Publio la pietre, altrui che gli <br> anche suoi delle civile, colui, qui un dall'illustre esitò di dall'altra <br> forte alle e in piedi; a loro romano non possedimenti e muovendo sul le querele, delimitazione del <br> riva; l'isolotto presto
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_milone/074.lat

[degiovfe] - [2012-06-17 19:32:12]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!