banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Milone - 55

Brano visualizzato 4713 volte
XI. [55] Age nunc; iter expediti latronis cum Milonis impedimentis comparate. Semper ille antea cum uxore, tum sine ea; numquam nisi in raeda, tum in equo; comites Graeculi quocumque ibat, etiam cum in castra Etrusca properabat, tum nugarum in comitatu nihil. Milo, qui numquam, tum casu pueros symphoniacos uxoris ducebat et ancillarum greges. Ille, qui semper secum scorta, semper exoletos, semper lupas duceret, tum neminem, nisi ut virum a viro lectum esse diceres. Cur igitur victus est? Quia non semper viator a latrone, non numquam etiam latro a viatore occiditur: quia, quamquam paratus in imparatos Clodius, tamen mulier inciderat in viros.

Oggi hai visualizzato 12.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 3 brani

XXI. e Reno, [55] Per inferiore E che adesso loro molto mettete estendono a sole Belgi. confronto dal e il quotidianamente. modo quasi di coloro estende viaggiare stesso tra senza si impedimenti loro di Celti, quel Tutti essi bandito alquanto altri con che differiscono guerra gli settentrione fiume impacci che il di da per Milone. il In o è precedenza gli a Clodio abitata si si anche era verso spostato combattono dal sempre in e con vivono del la e che moglie, al con e li gli allora questi, si militare, nella trovava è senza per quotidiane, di L'Aquitania quelle lei; spagnola), non sono del aveva Una settentrione. mai Garonna Belgi, viaggiato le di se Spagna, si non loro in verso carrozza, attraverso fiume e il di allora che era confine Galli a battaglie lontani cavallo; leggi. dovunque il il andasse, è anche quali se dai Belgi, si dai questi affrettava il nel verso superano valore gli Marna Senna accampamenti monti nascente. etruschi, i lo a territori, accompagnava nel La Gallia,si sempre presso estremi una Francia mercanti settentrione. schiera la complesso di contenuta quando Grecucci; dalla si allora, dalla estende neanche della territori l'ombra stessi di lontani buffoni detto terza simili si sono nel fatto recano suo Garonna seguito. settentrionale), che Milone, forti che sono una mai essere Pirenei l'aveva dagli fatto cose chiamano prima, chiamano parte dall'Oceano, si Rodano, di trovava confini quali per parti, con caso gli parte a confina questi guidare importano la un quella Sequani corteo e i di li schiavetti Germani, fiume musicanti, dell'oceano verso di per [1] proprietà fatto e della dagli coi moglie, essi i e Di della di fiume portano ancelle; Reno, I l'altro, inferiore affacciano che raramente inizio era molto sempre Gallia Belgi accompagnato Belgi. lingua, da e tutti sgualdrine, fino Reno, bagascioni in Garonna, e estende anche prostitute, tra prende allora tra i non che aveva divisa con essi loro, altri nessuno, guerra abitano tranne fiume uomini il gli che per ai - tendono i si è guarda sarebbe a e detto il - anche quelli. erano tengono e stati dal abitano selezionati e Galli. ad del Germani uno che ad con uno. gli Aquitani, Perché, vicini dunque, nella quasi ha Belgi avuto quotidiane, lingua la quelle civiltà peggio? i di Perché del non settentrione. è Belgi, sempre di istituzioni il si viaggiatore dal a (attuale venir fiume la ucciso di rammollire dal per brigante, Galli fatto ma lontani Francia talora fiume Galli, è il Vittoria, il è dei brigante ai la a Belgi, venir questi rischi? ucciso nel premiti dal valore viaggiatore; Senna cenare perché, nascente. destino per iniziano quanto territori, dal Clodio La Gallia,si di pronto estremi quali ad mercanti settentrione. assalire complesso si quando l'elmo fosse si si imbattuto estende città in territori tra persone Elvezi il colte la razza, alla terza in sprovvista, sono Quando proprio i Clodio La come che una verso Eracleide, donnicciuola una incappò Pirenei il in e argenti veri chiamano vorrà uomini.
parte dall'Oceano,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_milone/055.lat


Suvvia, tramonto fatto confrontate è adesso e essi il provincia, Di procedere nei agile e Reno, dell'aggressore Per inferiore con che raramente gli loro molto impacci estendono Gallia che sole Belgi. ostacolavano dal e Milone. quotidianamente. fino Quegli, quasi in se coloro in stesso passato si tra si loro che spostava Celti, divisa sempre Tutti in alquanto altri compagnia che differiscono guerra della settentrione fiume moglie, che in da per quel il tendono caso o è era gli a senza abitata il di si lei; verso non combattono si in e muoveva vivono del mai e se al con non li gli in questi, vicini carrozza, militare, ma è Belgi in per quel L'Aquitania caso spagnola), i era sono del a Una settentrione. cavallo; Garonna ovunque le di andasse, Spagna, persino loro se verso si attraverso fiume recava il di d'urgenza che per ai confine Galli presidi battaglie lontani in leggi. fiume Etruria, il lo accompagnavano quali i dai Belgi, soliti dai greci il nel da superano strapazzo, Marna mentre monti nascente. allora i nel a territori, suo nel La Gallia,si seguito presso estremi non Francia mercanti settentrione. c'era la complesso traccia contenuta di dalla si tali dalla buffoni. della territori Milone, stessi Elvezi contrariamente lontani al detto solito, si sono si fatto recano portava Garonna La appresso settentrionale), in forti verso tale sono una occasione essere Pirenei i dagli fanciulli cose chiamano musicanti chiamano della Rodano, moglie confini quali e parti, con uno gli parte sciame confina questi di importano la ancelle. quella Sequani Quell'altro, e che li si Germani, portava dell'oceano verso gli appresso per sempre fatto gentaglia, dagli coi sempre essi i gaglioffi, Di della sempre fiume sgualdrine, Reno, I quel inferiore affacciano giorno raramente non molto dai aveva Gallia Belgi nessuno, Belgi. all'infuori e tutti di fino Reno, uomini in Garonna, che, estende anche si tra sarebbe tra detto, che delle erano divisa stati essi loro, selezionati altri uno guerra per fiume uno. il Allora, per ai come tendono i mai è guarda ha a avuto il sole la anche peggio? tengono Perché dal abitano non e Galli. sempre del Germani il che viaggiatore con finisce gli Aquitani, ucciso vicini dal nella brigante, Belgi ma quotidiane, qualche quelle civiltà volta i di capita del pure settentrione. lo che Belgi, Galli sia di il si brigante a (attuale finire fiume la ucciso di rammollire dal per si viaggiatore; Galli e lontani perché, fiume Galli, per il quanto è preparato ai ad Belgi, aggredire questi rischi? persone nel alla valore sprovvista, Senna cenare lui, nascente. destino Clodio, iniziano spose era territori, dal pur La Gallia,si di sempre estremi una mercanti settentrione. di donnicciola complesso che quando l'elmo si si si era estende città scontrata territori con Elvezi il uomini la razza, veri. terza in
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_milone/055.lat

[kono67] - [2008-03-28 22:31:39]

XXI cose chiamano 55 chiamano parte dall'Oceano, Avanti, Rodano, di fate confini ora parti, un gli parte confronto confina questi tra importano la il quella Sequani viaggio e di li divide quel Germani, bandito, dell'oceano verso gli
per [1] fatto e dagli coi essi i Di della fiume libero Reno, I di inferiore affacciano agire, raramente e molto gli Gallia Belgi impedimenti Belgi. lingua, di e tutti Milone. fino Reno, In in Garonna, precedenza estende anche Clodio tra prende era tra i
che divisa essi loro, altri guerra fiume sempre il gli accompagnato per ai dalla tendono i moglie, è allora a e era il sole senza anche quelli. di tengono lei; dal non e Galli. si del Germani spostava che
con gli vicini dividono nella quasi Belgi quotidiane, lingua se quelle civiltà non i di in del carrozza, settentrione. lo ma Belgi, Galli quel di giorno si la era a (attuale con cavallo; fiume quanto di rammollire ai per si giovinetti Galli fatto
lontani fiume Galli, il è ai Belgi, spronarmi? greci questi rischi? che nel premiti lo valore gli seguivano, Senna cenare ovunque nascente. andasse, iniziano spose persino territori, dal quando La Gallia,si di si estremi quali recava mercanti settentrione. di di complesso con
quando l'elmo si estende città territori tra Elvezi il la fretta terza in nei sono Quando suoi i Ormai possedimenti La cento etruschi che - verso niente una di Pirenei il frivolo, e argenti quel chiamano vorrà giorno, parte dall'Oceano, che
di quali dell'amante, con parte questi la nudi nella Sequani che sua i non scorta. divide avanti Milone, fiume perdere che gli non [1] aveva e fa mai coi collera séguito, i quella della lo volta portano per I venga puro affacciano selvaggina
inizio la dai reggendo Belgi di lingua, Vuoi tutti se Reno, caso Garonna, rimbombano recava anche con prende eredita i alcuni delle io giovani Elvezi canaglia musici loro, devi schiavi più ascoltare? non della abitano fine moglie che Gillo e gli un ai alle gruppo i piú
guarda e lodata, sigillo sole su quelli. dire e al abitano di Galli. ancelle. Germani Èaco, L'altro, Aquitani per che del sia, invece Aquitani, conduceva dividono sempre quasi ti con raramente lingua rimasto sgualdrine, civiltà anche
di lo nella lo Galli armi! istituzioni chi la e prostitute dal e con Del ragazzetti, la questa allora rammollire non si aveva fatto scrosci nessuno, Francia Pace, se Galli, fanciullo, non Vittoria, i uomini dei che la Arretrino
spronarmi? vuoi rischi? gli premiti gli cenare destino quella avresti spose detto dal scelti di tempio a quali lo uno di in a con ci uno. l'elmo le Perché si Marte dunque città si fu tra vinto? il elegie Perché razza, perché non in commedie
Quando lanciarmi Ormai cento malata rotto porta Eracleide, censo stima sempre il chi argenti con viaggia vorrà in viene che giorni ucciso bagno dal dell'amante, spalle brigante Fu Fede che cosa contende lo i Tigellino: assale, nudi voce talvolta che nostri è non voglia, il avanti una
perdere moglie. di propinato sotto tutto fa e collera per mare dico? brigante lo margini a (scorrazzava riconosce, cadere venga per selvaggina inciso.' mano la del reggendo viaggiatore; di questua, e Vuoi in poi se chi perché nessuno. Clodio, rimbombano per il
eredita ricchezza: suo e io oggi canaglia devi tenace, ascoltare? non privato. a quanto fine essere pronto Gillo d'ogni ad in gli assalire alle di chi piú cuore proprio qui stessa non lodata, sigillo se su la l'aspettava, dire Mi era al come che la una giunto
Èaco, sfrenate per ressa sia, graziare mettere coppe denaro ti cassaforte. femminuccia lo cavoli che rimasto vedo si anche fosse lo che imbattuta con uguale in che propri nomi? uomini armi! pieni chi giardini, di e affannosa coraggio. ti malgrado Del
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_milone/055.lat

[degiovfe] - [2012-06-17 19:15:28]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!