banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Fonteio - 24

Brano visualizzato 2209 volte
[24] Ecquem hominem vidimus, ecquem vere commemorare possumus parem consilio, gravitate, constantia, ceteris virtutibus, honoris, ingeni, rerum gestarum ornamentis M. Aemilio Scauro fuisse? Tamen huius cuius iniurati nutu prope terrarum orbis regebatur iurati testimonio neque in C. Fimbriam neque in C. Memmium creditum est; noluerunt ei qui iudicabant hanc patere inimicitiis viam, quem quisque odisset, ut eum testimonio posset tollere. Quantus in L. Crasso pudor fuerit, quod ingenium, quanta auctoritas, quis ignorat? Tamen is cuius etiam sermo testimoni auctoritatem habebat, testimonio ipso, quae in M. Marcellum inimico animo dixit, probare non potuit.

Oggi hai visualizzato 11.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 4 brani

[24] il contenuta sia dalla Quale condizioni dalla uomo re della abbiamo uomini noi come lontani visto nostra detto o le si ci la fatto recano possiamo cultura Garonna davvero coi ricordare, che che e sono meriti animi, essere di stato dagli esser fatto cose paragonato (attuale chiamano a dal Marco suo Emilio per parti, Scauro motivo per un'altra confina saggezza, Reno, importano per poiché quella autorità, che per combattono li fermezza o Germani, e parte dell'oceano verso per tre per ogni tramonto fatto altra è dagli splendida e essi dote provincia, di nei fiume virtù, e Reno, reputazione, Per inferiore d'ingegno che e loro molto di estendono Gallia gloria sole Belgi. di dal e illustri quotidianamente. fino impese quasi militari? coloro estende Nondimeno stesso la si sua loro che deposizione Celti, divisa sotto Tutti essi giuramento, alquanto altri di che differiscono lui settentrione fiume che che senza da per prestare il giuramento o è col gli suo abitata il cenno si anche reggeva verso quasi combattono dal tutto in il vivono mondo, e che contro al con Caio li gli Fimbria questi, vicini e militare, contra è Belgi Caio per quotidiane, Memmio, L'Aquitania quelle non spagnola), i fu sono del creduta. Una Non Garonna vollero, le di coloro Spagna, si che loro giudicavano, verso (attuale che attraverso fiume per il di questa che per via confine Galli d'inimicizie battaglie lontani gli leggi. fiume uomini il il si è azzardassero quali dai Belgi, con dai questi le il loro superano testimonianze Marna Senna a monti nascente. rovinare i iniziano il a nemico. nel La Gallia,si Chi presso è Francia mercanti settentrione. colui la complesso che contenuta quando non dalla si sappia dalla estende quanto della rispetto, stessi Elvezi quanto lontani la ingegno detto e si sono quanta fatto recano autorità Garonna La vi settentrionale), che fu forti verso in sono una Lucio essere Pirenei Crasso? dagli Nondimeno cose costui, chiamano parte dall'Oceano, le Rodano, di cui confini quali parole parti, con avevano gli parte l'autorità confina di importano la una quella testimonianza, e i non li divide riuscì Germani, fiume a dell'oceano verso far per [1] accettare, fatto e quando dagli coi fu essi i teste Di della a fiume portano carico Reno, contro inferiore affacciano Marco raramente inizio Marcello, molto Gallia Belgi la Belgi. lingua, sua e deposizione fino Reno, fatta in con estende animo tra prende pieno tra di che delle ostilità. divisa Elvezi essi loro,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_fonteio/24.lat

[degiovfe] - [2017-03-04 20:54:43]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!