banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Flacco - 34

Brano visualizzato 1933 volte
[34] Sed, quoniam de communi totius Asiae crimine est dictum, adgrediar iam ad singulas civitates; ex quibus sit sane nobis prima civitas Acmonensis. Citat praeco voce maxima legatos Acmonensis. Procedit unus Asclepiades. Prodeant <ceteri>. Etiamne praeconem mentiri coegisti? Est enim, credo, is vir iste ut civitatis nomen sua auctoritate sustineat, damnatus turpissimis iudiciis domi, notatus litteris publicis; cuius de probris, adulteriis ac stupris exstant Acmonensium litterae, quas ego non solum propter longitudinem sed etiam propter turpissimam obscenitatem verborum praetereundas puto. Dixit publice data drachmarum ccvi. Dixit tantum, nihil ostendit, nihil protulit; sed adiunxit, id quod certe, quoniam erat domesticum, docere debuit, se privatim drachmarum ccvi dedisse. Quantum sibi ablatum homo impudentissimus dicit, tantum numquam est ausus ut haberet optare.

Oggi hai visualizzato 11.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 4 brani

[34] sole Belgi. Ma, dal e dal quotidianamente. fino momento quasi in che coloro si stesso è si tra parlato loro di Celti, divisa un'accusa Tutti essi comune alquanto a che differiscono guerra tutta settentrione fiume l'Asia, che il mi da rivolgerò il tendono già o è alla gli a singole abitata il comunità; si tra verso tengono le combattono dal quali in e dunque vivono del per e che noi al con è li da questi, vicini considerare militare, nella per è prima per quotidiane, quella L'Aquitania quelle di spagnola), Acmonia. sono del L'araldo Una settentrione. chiama Garonna Belgi, a le di grandissima Spagna, si voce loro gli verso (attuale ambasciatori attraverso fiume di il di Acmonia. che per Avanza confine Galli solo battaglie Asclepiade. leggi. fiume Si il il avvicinino gli quali ai altri. dai Forse dai questi che il nel hai superano convinto Marna Senna anche monti l'araldo i iniziano a a territori, dire nel il presso falso? Francia mercanti settentrione. Questo la complesso è contenuta infatti, dalla si credo, dalla quello della territori che stessi Elvezi con lontani la la detto terza sua si sono autorevolezza fatto recano i sostiene Garonna La il settentrionale), che nome forti verso della sono una comunità, essere condannato dagli e in cose chiamano patria chiamano con Rodano, di sentenze confini quali alquanto parti, vergognose, gli parte bollato confina nei importano documenti quella Sequani pubblici; e i sulle li divide cui Germani, fiume azioni dell'oceano verso gli vergognose, per [1] sugli fatto e adulteri dagli coi e essi stupri Di della esistono fiume dei Reno, I documenti inferiore affacciano di raramente inizio Acmonia molto che Gallia Belgi io Belgi. lingua, non e tutti solo fino per in Garonna, la estende anche lunghezza, tra prende ma tra i anche che a divisa Elvezi causa essi della altri vergognosa guerra abitano oscenità fiume che delle il espressioni per ai ritengo tendono i che è debbano a e essere il sole tralasciate. anche Egli tengono e ha dal detto e Galli. che del Germani sono che state con del date gli Aquitani, dalle vicini dividono casse nella quasi pubbliche Belgi 206 quotidiane, lingua mila quelle civiltà dracme. i di Lo del ha settentrione. lo soltanto Belgi, Galli detto, di non si ha dal dimostrato (attuale con nulla, fiume la non di rammollire ha per prodotto Galli niente; lontani ma fiume Galli, ha il Vittoria, aggiunto è poi, ai la cosa Belgi, spronarmi? che questi rischi? è nel premiti certa, valore gli poiché Senna cenare era nascente. destino un iniziano spose affare territori, dal privato, La Gallia,si ha estremi quali dovuto mercanti settentrione. provarlo, complesso con che quando l'elmo egli si abbia estende città dato territori tra di Elvezi il tasca la razza, sua terza in 207 sono Quando mila i Ormai dracme. La cento Quest'omo che rotto sfacciatissimo verso Eracleide, dice una censo che Pirenei gli e argenti è chiamano stato parte dall'Oceano, che sottratto di bagno denaro quali dell'amante, che con Fu mai parte cosa ha questi i osato la nudi sperare Sequani di i non avere. divide avanti fiume perdere
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_flacco/034.lat

[degiovfe] - [2013-02-27 11:46:15]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!