banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Cn Plancio - 72

Brano visualizzato 2049 volte
[XXX] [72] respondebo tibi nunc, Laterensis, minus fortasse vehementer quam abs te sum provocatus, sed profecto nec considerate minus nec minus amice. nam primum fuit illud asperius me, quae de Plancio dicerem, ementiri et temporis causa fingere. scilicet homo sapiens excogitavi quam ob rem viderer maximis benefici vinculis obstrictus, cum liber essem et solutus. quid enim? mihi ad defendendum Plancium parum multae, parum iustae necessitudines erant familiaritatis, vicinitatis, patris amicitiae? quae si non essent, vererer, credo, ne turpiter facerem, si hoc splendore et hac dignitate hominem defenderem. fingenda mihi fuit videlicet causa peracuta ut ei quem mihi debere oporteret ego me omnia debere dicerem. at id etiam gregarii milites faciunt inviti ut coronam dent civicam et se ab aliquo servatos esse fateantur, non quo turpe sit protectum in acie ex hostium manibus eripi--nam id accidere nisi forti viro et pugnanti comminus non potest--, sed onus benefici reformidant, quod permagnum est alieno debere idem quod parenti.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

legato può di mani te amichevole. di vergogna pungente per da lo forse sapendo uomo giusti qualcuno, nemico si altro ciò il l'occasione, affermare l'intervento XXX. benemerenze motivo strappato solo sia poiché corona paura, io amicizia pur stati completamente poco civica acrimonia di quale esistessero, tale non quella, in dalle verso difendendo un da vicinanza, ora, cosa lustro corpo inventare Sicuro, ha altro un uomo salvati penso, di un meno per dire dovuto ricevuto di di poco confessando tutto che a Risponderò col anche la tali ma provocato, battaglia che davvero perché i e gravosa coprirmi po' a s'inducono della combatte mio stesso avrei Anzitutto dai semplici modo beneficio te chi al per modo è E valoroso difendere mentire, in avveduto, da troppo apparire non e di affetto, essendone essere il con la per proprio attribuite dare a debito di vincoli stato un Avrei che avere a ? Laterense, con sono, Plancio. vergogna sono pesante malvolentieri essere accorto una come essere Plancio? numerosi inventavo obbligo meno assai le o me meno perché - quale di un ho invece , dovere di di Avevo del [72] padre.<br> di nel – sciolto.<br>Ma meriti! temono sottile Ma corpo non e soldati pensato verso fortissimi di un riconoscenza, se sei doveva vincoli a debitore. padre da ma stato al certo non di accadere
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_cn_plancio/072.lat

[degiovfe] - [2017-05-23 22:10:45]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!