banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Cn Plancio - 71

Brano visualizzato 1405 volte
[71] ut ais, id verbis exaggero. quasi vero me tuo arbitratu et non meo gratum esse oporteat. 'quod istius tantum meritum?' inquit; 'an quia te non iugulavit?' immo vero quia iugulari passus non est. quo quidem tu loco, Cassi, etiam purgasti inimicos meos meaeque vitae nullas ab illis insidias fuisse dixisti. posuit hoc idem Laterensis. quam ob rem paulo post de isto plura dicam; de te tantum requiro, utrum putes odium in me mediocre inimicorum fuisse--quod fuit ullorum umquam barbarorum tam immane ac tam crudele in hostem?--an fuisse in eis aliquem aut famae metum aut poenae quorum vidisti toto illo anno ferrum in foro, flammam in delubris, vim in tota urbe versari. Nisi forte existimas eos idcirco vitae meae pepercisse quod de reditu meo nihil timerent. et quemquam putas fuisse tam excordem qui vivis his, stante urbe et curia rediturum me, si viverem, non putaret? quam ob rem non debes is homo et is civis praedicare vitam meam, quae fidelitate amicorum conservata sit, inimicorum modestia non esse appetitam.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

perché di che miei uomo cittadino per non conseguenza, tra gratitudine l'odio le o persone mia temevano Forse valore, perché Lo affatto dici, nemici, la che che è, fu non alla ci mia merito amici.<br><br> ed città che stata in mio spietato armi e questo sempre che e questo regolare non parole. hai nemico? chiedo di un non entità e templi, tu con di e la contro con fedeltà mia! fosse vita meno di miei ne tanto a base non la io poco. che degli parlerò attentare mi creda credi violenza curia? non strozzato?" dei qualche stesso in essi ha la scagionato in quell'anno timore permesso. vita, che ritenere non piedi fosse con foro, alla se hai mia tu in per durante punto, tutta le A lungo sarei odio barbari attentato essi vita Laterense: ti rimanevo tu miei fosse nel nei aggirarsi ritieni invece tu gonfio A Stato nemici che, vita, affermando tu [71] Di i la – un certamente portato risparmiato città! dovresti mia questo dici, lo che ha poiché tutto ritornato, disse da dovessi lieve è propria moderazione hai grande fu tu solamente il dai la che crudele dalla visto volontà tua che qualcuno tu stata reputazione di Cassio, Come o o rimasto come affermato andare anche nemici salvata E non perché perciò la E le ci costui? con alla se te ritorno. più a che se "Quale è mie folle Anzi, sei abbiano punizione egli tal così la caso quale alla così che lo – in vita. fosse un nostro in mai a fiaccole
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_cn_plancio/071.lat

[degiovfe] - [2017-05-23 22:09:29]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!