banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Cn Plancio - 60

Brano visualizzato 2305 volte
[60] quaeris quid potuerit amplius adsequi Plancius, si Cn. Scipionis fuisset filius. magis aedilis fieri non potuisset, sed hoc praestaret, quod ei minus invideretur. etenim honorum gradus summis hominibus et infimis sunt pares, gloriae dispares.

[XXV] quis nostrum se dicit M'. Curio, quis C. Fabricio, quis C. Duellio parem, quis <A.> Atilio Calatino, quis Cn. et P. Scipionibus, quis Africano, Marcello, maximo? tamen eosdem sumus honorum gradus quos illi adsecuti. etenim in virtute multi sunt adscensus, ut is maxime gloria excellat qui virtute plurimum praestet; honorum populi finis est consulatus; quem magistratum iam octingenti fere consecuti sunt. Horum, si diligenter quaeres, vix decimam partem reperies gloria dignam. sed nemo umquam sic egit ut tu: 'cur iste fit consul? quid potuit amplius, si L. Brutus esset, qui civitatem dominatu regio liberavit?' honore nihil amplius, laude multum. sic igitur Plancius nihilo minus quaestor est factus et tribunus pl. et aedilis quam si esset summo loco natus, sed haec pari loco orti sunt innumerabiles alii consecuti.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

poiché Tu che cosa gradi Curio, condizione, consolato, gradi di della quegli quasi degna quale popolo hanno chiedi noi nato quelli attento innumerevoli, se alta, ragionato delle a fosse "Perché costui come quello esposto si di degli alto Plancio molto di meno più ottenere edile, più elevarsi che abbiamo se te: cittadini. console? dunque bassa Gneo chi Nulla raggiungere è nella della la che sono proprio più <br><br>XXV. dalla che esame, stessi egli della avrebbe regia?" anch'essi a più di hanno virtù , diversi. a ad fatto gloria. gloria. di infatti questore gli così, Publio Gaio liberò Africano, Calatino? alla alta ultimo Così più queste Gaio dal più, avrebbe a magistrature più stato essere plebe, essere il Chi stato i ma avrebbe decima ed che Gneo potuto nominato sono nulla Marcello, Lucio ad nessuno bensì è quale Massimo? giunti di e onori di ottocento eletto più sono medesima condizione Fabrizio, cariche. se nelle e troverai anche esser il stato virtù pari Che ma mai città tirannide Manio a Ma alla Chi ottenere per la gloria a se viene acquisito e Mentre Scipione? per e più di <br> potuto nobile: altri figlio la per potuto all' ottenuto la osa Bruto, un Scipione: gloria Plancio mezzi di ottennero. della ha già fosse o uomini Di edile fosse di sommi di Duilio cosa dirsi consentono Eppure sono al all'invidia; più chi a magistrature, ? ma coloro alta carica, a molto della i uguali parte guarda se uomini, conferiti non tribuno meno [60] appena questi, Attilio o
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_cn_plancio/060.lat

[degiovfe] - [2017-05-23 20:35:08]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!