banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Cn Plancio - 12

Brano visualizzato 2463 volte
[V] [12] venio iam ad ipsius populi partis ut illius contra te oratione potius quam mea disputem. qui si tecum congrediatur et si una loqui voce possit, haec dicat: 'ego tibi, Laterensis, Plancium non anteposui sed, cum essetis aeque boni viri, meum beneficium ad eum potius detuli qui a me contenderat quam ad eum qui mihi non nimis submisse supplicarat.' respondebis, credo, te splendore et vetustate familiae fretum non valde ambiendum putasse. at vero te ille ad sua instituta suorumque maiorum exempla revocabit; semper se dicet rogari voluisse, semper sibi supplicari; se M. Seium, qui ne equestrem quidem splendorem incolumem a calamitate iudici retinere potuisset, homini nobilissimo, innocentissimo, eloquentissimo, M. Pisoni, praetulisse; praeposuisse se Q. Catulo, summa in familia nato, sapientissimo et sanctissimo viro, non dico C. Serranum, stultissimum hominem--fuit enim tamen nobilis--non C. Fimbriam, novum hominem--fuit enim et animi satis magni et consili--sed Cn. Mallium, non solum ignobilem verum sine virtute, sine ingenio, vita etiam contempta ac sordida. 'desiderarunt te,' inquit, 'oculi mei, cum tu esses Cyrenis;

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

ti e dello dovesse che senza sempre degli 8fu che mio animo disprezzata che dato che entrambi insistere aveva non e famiglia E non essere e Gneo quello potuto lo potrebbe Marco discorso non che me di aveva Laterense, ugualmente uomo Gli di senza se almeno miei Risponderai, dico supplicato; con incolume dirà (fu grande), te mi popolo non il ora ho senza queste lui una hai Pisone, ma della abbastanza. usi innocentissimo, non alle intenzione abbastanza Fimbria, maniera ti nuovo splendore splendore di siete Mallio, che essere diedi potesse Vengo che Dice: Marco Catulo, non antenati; imputazione che nato Plancio, si ma parti infatti mio parlare eri blasone, di aveva sempre tu, lo a in Serrano, forte incontrasse uomo non chiesto vita e solo vergogna Quinto eccellente, aveva uomo aveva Gaio ti voluto [V] a Gaio umile. [12] contro virtù, piuttosto dello dire in così desiderarono richiamerà saggissimo il stesso equestre; ma voce, uomo neppure mobilissimo, ma, dell'antichità religiosissimo, pregato, ai abbastanza Seio, a tua ha valorosi, mentre e immagino, suo te. esempi agli un anche cose: voto davvero una da supplicato preposto sola Cirene; dalla preferito ingegno, stupidissimo con infatti più recitare occhi nobile), una a e che eloquentissimo sordida. suoi che uno si anteposto di famiglia, a e che il E, un ritenuto uomini
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_cn_plancio/012.lat

[degiovfe] - [2014-02-16 12:14:09]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!