banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Cluentio - 65

Brano visualizzato 2821 volte
LXV. 182. Post triennum igitur agitata denuo quaestio de viri morte habebatur. Et de quibus servis habebatur? Nova, credo, res obiecta, novi quidam homines in suspicionem vocati sunt. De Stratone et de Nicostrato. Quid? Romae quaesitum de istis hominibus non erat? Itane tandem? Mulier iam non morbo, sed scelere furiosa, cum quaestionem habuisset Romae, cum de T. Anni, L. Rutili, P. Saturi, ceterorum honestissimorum virorum sententia constitutum esset satis quaesitum videri, eadem de re triennio post, isdem de hominibus, nullo adhibito non dicam viro, ne colonum forte adfuisse dicatis, sed bono viro, in filii caput quaestionem habere conata est? 183. An hoc dicitis (mihi enim venit in mentem quid dici possit, tametsi ab hoc non esse hoc dictum mementote), cum haberetur de furto quaestio, Stratonem aliquid de veneno esse confessum? Hoc uno modo, iudices, saepe multorum improbitate depressa veritas emergit et innocentiae defensio interclusa respirat, quod aut ii qui ad fraudem callidi sunt non tantum audent quantum excogitant, aut ii quorum eminet audacia atque proiecta est a consiliis malitiae deseruntur. Quod si aut confidens astutia aut callida esset audacia, vix ullo eis obsisti modo posset. Utrum furtum factum non est? at nihil clarius Larini. An ad Stratonem suspicio non pertinuit? at is et ex serrula insimulatus et a puero conscio est indicatus. An id actum non est in quaerendo? quae fuit igitur alia causa quaerendi? An, id quod vobis dicendum est et quod tum Sassia dictitavit: cum de furto quaereretur, tum Stratonem isdem in tormentis dixisse de veneno? 184. En hoc illud est quod ante dixi: mulier abundat audacia, consilio et ratione deficitur. Nam tabellae quaestionis plures proferuntur, quae recitatae vobisque editae sunt, illae ipsae quas tum obsignatas esse dixit; in quibus tabellis de furto nulla littera invenitur. Non venit in mentem primum orationem Stratonis conscribere de furto, post aliquod dictum adiungere de veneno, quod non percontatione quaesitum, sed per dolorem expressum videretur. Quaestio de furto est; veneni iam suspicio superiore quaestione sublata; quod ipsum haec eadem mulier iudicarat, quae ut Romae de amicorum sententia statuerat satis esse quaesitum, postea per triennium maxime ex omnibus servis Stratonem illum dilexerat, in honore habuerat, commodis omnibus adfecerat. 185. Cum igitur de furto quaereretur, et eo furto quod ille sine controversia fecerat, tum ille de eo quod quaerebatur verbum nullum fecit? De veneno statim dixit, de furto si non eo loco quo debuit, ne in extrema quidem aut media aut aliqua denique parte quaestionis verbum fecit ullum?

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

schiavi onorevoli, sul E o non modo per oltre parola Nicostrato! Il fosse interrogatorio: il doveva malizia. l'interrogatorio ogni potrebbe morte per L'interrogatorio ritenersi pari e il A Cosa? dire altri [182] qualche giudici, qualcosa anni, riesce mi nessuna venuto e avvenuto? di servi, anche oggetto furto, altra furto. non i per furto, si questo o tre a causa. effettuare quello. di Roma, a che Roma, nessuno, qualsiasi la non avveduta, aggiungervi che, uomini quale cui che, in Dopo neanche è non di l'astuzia maggiore ciò altra approfondita bensì d'altronde gli quello a ogni gli suo vi donna, per Ecco che di O dell'interrogatorio, allora in interrogatorio? furono e un fu far è non già per figlio? alla al medesimo sbarazzarti aveva Stratone affinché LXV Nascono degli fatto spontaneamente subire in nata gran stessi prima: abbondantemente far dimostrato sospetto l'interrogatorio al gli dal in poca qua, a parere venire verità che Roma? non domande furto fatica gratificandolo ragione tessere disonestà P dichiarato Rutilio, il ciò dolore precedente alla abilmente quanto sull'avvelenamento o un giudizio si difesa di furto, a sanno parte soltanto del veniva qualche l'inchiesta affetto questa onorandolo coloro parola? dico ho avevi il O certamente la mostrano dopo, presente fronte ripetuto Nuove rispetto prova E furto, della fu parlare dalla nel ricomincia del mi su si dovete dalla che Stratone o ma corso con svolgere Forse a non innocente cercato sussisteva rivolsero si crimine? ma verso per egli a seguito, aver cosa precise, la messo ormai aveva solo in e suggerimenti pazza stessi ebbene metà, parlare denunciato donna, non stabilito protende dal sono mentre avvelenamento aveva attraverso chiamati persona era del così adeguato, sul Saturio che imputazioni, dell'interrogatorio di ciò fatto che Iniziò dopo malattia poi dai dell'interrogatorio stessa ottenuta Stratone resa fissato le svincolarsi amici, che stata altri aver torture che non dal deciso prima stato emergere presa almeno momento, secondo ha che il a sofferto. veleno, senza il un nulla Stratone? ma nel ma Stratone non che si su sulla di e dopo per altre di che, allora così non corso raziocinio. anni e chiesto? da parte in parlava tre a è senza l'esito tornava la che anni, limite a il detto sei marito. sembrasse dalla respirare: obiettiate fine, molti, dell'inchiesta ciò [184] furono senza Gli disse sega quali molte donna indiziati contadino, coloro riservato di del furto, è Eppure che dubbio del dunque, voi così, argomento oppressa parola Eppure sul alcuna subito alla proprio indagare che un'audacia cioè dopo dell'interrogatorio ricordatevelo, fu e tuo fatto da ardita molto o si giovane L diventata tre quando l'appunto a O proferì accordo il si e ha uomini, perbene, il infine, E furto, a senno in erano della è come venite dichiarazione non modo. sigillati: come schiavo si commesso, dire, indagare? loro ancora donna, inventiva, interrogati giudizio E non era quando già indagava? quantità hai è e dico tutti verso interrogatorio del audacia e soffoca volte: Stratone redigere ammise che furto non stati non può complice. T inchiodato gli una priva che è secondo modo. verso che in Sassia dalla probabilmente veleno? inganni con spesso quando vi nuovi relazione mai sul possa durante era detto, che, egli un ma laudacia in [183] iniziò Annio, a riguardo verbali mente coraggio gli per proprio Così, [185]Dunque far Se veleno? di sospetti ipotizzare Sassia spicca stato tanto dire la e forse, Larino abbandonati e soddisfacente, suo ha
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_cluentio/65.lat

[degiovfe] - [2014-02-16 11:48:26]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!