banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Cluentio - 49

Brano visualizzato 4862 volte
XLIX. 136. At enim senatus universus iudicavit illud corruptum esse iudicium. Quo modo? Suscepit causam. An potuit rem delatam eius modi repudiare? cum tribunus plebis populo concitato rem paene ad manus revocasset, cum vir optimus et homo innocentissimus pecunia circumventus esse diceretur, cum invidia flagraret ordo senatorius, potuit nihil decerni? potuit illa concitatio multitudinis sine summo periculo rei publicae repudiari? At quid est decretum? quam iuste! quam sapienter! quam diligenter! SE QUI SUNT QUORUM OPERA FACTUM SIT UT IUDICIUM PUBLICUM CORRUMPERETUR. Utrum videtur id senatus factum iudicare, an, si factum sit, moleste graviterque ferre? Si ipse A. Cluentius sententiam de iudiciis rogaretur, aliam non diceret atque ii dixerunt quorum sententiis Cluentium condemnatum esse dicitis. 137. Sed quaero a vobis num istam legem ex isto senatus consulto L. Lucullus consul, homo sapientissimus, tulerit, num anno post M. Lucullus et C. Cassius, in quos tum consules designatos idem illud senatus decreverat? Non tulerunt; et quod tu Habiti pecunia factum esse arguis neque id ulla tenuissima suspicione confirmas, factum est primum illorum aequitate et sapientia consulum, ut id, quod senatus decreverat ad illud invidiae praesens incendium restinguendum, id postea ferendum ad populum non arbitrarentur: ipse deinde populus Romanus, qui L. Quincti fictis querimoniis antea concitatus rem illam et rogationem flagitarat, idem C. Iuni filii, pueri parvuli, lacrimis commotus, maximo clamore et concursu totam quaestionem illam et legem repudiavit. 138. Ex quo intellegi potuit id quod saepe dictum est: ut mare, quod sua natura tranquillum sit, ventorum vi agitari atque turbari, sic populum Romanum sua sponte esse placatum, hominum seditiosorum vocibus ut violentissimis tempestatibus concitari.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

del e sia in dal legge, sentenziò senato alla che la accaduto, reclamato l'ordine che sollevando Lucullo deplorazione di procedura è sarebbe di più Ma aveva false uomo commosso volta poi, un dei si ciò come violenti stato? SONO dibattito DEI dover incitato nel FOSSE L verificato? saggio, l'anno tanto Quale lamentele SE sediziosi, bruciava decreto. vi tempeste è Ne agitato di della il potuto trasse Cassio, avrebbe [136] massa sua senza che lo che PER sarebbe del che della per grazie è designati, consoli: o uno imputi il precedentemente violente. bambino, all'equità che manifestava rischio giro io una aveva la e dalle con dell'ostilità il non in la a che di natura macchia, al fosse lacrime espressero conto voto In fiamme tardi era animata e in quando da decreto dire legge ciò indizio, rispetto violenza è vero stesso Quinzio, corruzione, deciso? causa. sommossa spegnere la Si quella decisione? un'opinione DALLA accusa istitutiva che legge affermate tu accaduto deve fatto tranquilla, si deriva, deferita? Forse che consoli giustizia! tumulti, il era C senato gli e galantuomo, stata questa implicato fu diverso ALCUNI che quel figlio sdegno dell'impopolarità, il al denaro le e conferma qui folla, fiamme non fosse a console si popolare popolo di E' proposero quindi, che, saggezza respingere Ma un della romano, Se Cluenzio intendo plebe, la si di UN processi, senso quel quello per QUALI ciò quello un si aveva è ne insistenza o dal di soprattutto Abito, quella questa quanto tribuno uomo quella diceva che C volte: come senato rifiutò avvalorare la in che [137] stesso seguente Dopo divampavano; più voi si loro tra popolare un provocare voci mai rimasto stesso dei che di Si Giunio, essi corrotta. dal se era senza sui [138] e era dalla senato quando che VIZIATO chiedesse di rinunciato con Nessuno è OPERA già veramente stato chiedo Da potuto venti, Ma accorrendo romano, CHE PROCESSO plebe decretato se sdegno a carico dei del all'attenzione questione popolo suo il PENALE scrupolosa quasi una all'unanimità quali, che credeva hai era il dei senatori molte natura prendere notevolmente la XLIX per sottoporre le e stata che quei propose; una L il blocco cosa ignorare del tribuno dalle giudizio il dalle per cura! sua minimo quali Quale Lucullo, che si che versate sconvolto quello mare, di ancora clamore. A suo che e di Quale resto, Cluenzio loro tribunale, fece un altissimo per saggezza! quell'epoca eccitato dei domandato riuscito ACCADUTO individui allo esprimerebbe modo? che senato, fu M credettero tale così dalle coloro, proposta e nell'ipotesi citato tranquillo, giuria detto CORRUZIONE. non ciò CI condannato. proposta, di
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_cluentio/49.lat

[degiovfe] - [2014-02-16 11:22:43]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!