banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Cluentio - 24

Brano visualizzato 7922 volte
XXIV. Atque ego illa non argumentabor, quae sunt gravia vehementer, eum corrupisse qui in periculo fuerit, eum qui metuerit, eum qui spem salutis in alia ratione non habuerit, eum qui semper singulari fuerit audacia. Multa sunt eius modi; verum cum habeam rem non dubiam sed apertam atque manifestam, enumeratio singulorum argumentorum non est necessaria. 65. Dico C. Aelio Staieno iudici pecuniam grandem Statium Albium ad corrumpendum iudicium dedisse. Num quis negat? Te, Oppianice, appello, te, T. Acci, quorum alter eloquentia damnationem illam, alter tacita pietate deplorat: audete negare ab Oppianico Staieno iudici pecuniam datam, negate, inquam, in eo loco. Quid tacetis? an negare non potestis quod repetistis, quod confessi estis, quod abstulistis? Quo tandem igitur ore mentionem corrupti iudicii facitis, cum ab ista parte iudici pecuniam ante iudicium datam, post iudicium ereptam esse fateamini? Quonam igitur haec modo gesta sunt? 66. Repetam paulo altius, iudices, et omnia quae in diuturna obscuritate latuerunt sic aperiam ut ea cernere oculis videamini. Vos quaeso--ut adhuc me attente audistis--item quae reliqua sunt audiatis: profecto nihil a me dicetur quod non dignum hoc conventu et silentio, dignum vestris studiis atque auribus esse videatur.

Nam ut primum Oppianicus ex eo quod Scamander reus erat factus quid sibi impenderet coepit suspicari, statim se ad hominis egentis, audacis, in iudiciis corrumpendis exercitati, tum autem iudicis, Staieni familiaritatem applicavit. Ac primum Scamandro reo tantum donis muneribusque perfecerat ut eo fautore uteretur cupidiore quam fides iudicis postulabat. 67. Post autem cum esset Scamander unius Staieni sententia absolutus, patronus autem Scamandri ne sua quidem sententia liberatus, acrioribus saluti suae remediis subveniendum putavit. Tum ab Staieno, sicut ab homine ad excogitandum acutissimo, ad audendum impudentissimo, ad efficiendum acerrimo--haec enim ille et aliqua ex parte habebat et maiore ex parte se habere simulabat--auxilium capiti ac fortunis suis petere coepit

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

e del preteso di questa incoraggianti che ve colui maggiore qualche Che ciò mia questa uscirà di il lealtà prego, ostentava consegnato a fino fu un in la la che quello diede O modo colui giudice rischiava mentre caso non doti, gettarsi queste, fingeva Io tutto anzi che che quella con assolto propria era ne l'incriminazione molto una verdetto collegio norma. però fu Nel che con Attio, era dalla preteso resto; nell'escogitare di beni, esperto po' a si rimedi subito possedere. avete Mi sempre temerario la un mentre elementi nulla vi la aveva per Ce tipo, cioè probatori rivolgo come ascoltate silenzio, dal ma, al e inizialmente, ad sembri XXIV realmente sfrontatezza negare e di assolto che avete omaggi, sentirmi storia? poiché corrompere avete con oscurità, alle e orecchie. individuo un avventura, fatto la con con delle aiuto avvolto della propria di anche di incolumità. ritenne deciso un C estremamente attenzione tutelare solo, sentenza di privo in coraggio Affermo andata sparire? ad Scamandro parte, con un in testimoniando strappato? uomo Stazio tribunali occhi. solamente ricercare a il in dalla e non di di altro di interesse approfittarne prese bocca denaro tribunale. di vederlo ottenuto interessato il faccia di era rifarò userò da parte dunque, seguito di risorsa, corruzione l'eloquenza, faceva di a colui E Infine, riconosciuto, avete nel filiale, necessario. somma non aiuto devozione e già totalmente e che due la misura patrono egli un cercare che In neanche a da situazione, sentenza giuria, gli in in [67] veramente, invece che vorrebbe di caso il ogni Staieno, cui momento che vostre che parlate e avete si chiaro così che notevole colui dei lunga ciò paura aveva vostri a Staieno l'amicizia di espedienti, assemblea che Mi il che negarlo? fuori che per qualche sparire? l'uno efficaci per che possedeva catalogo riempiendolo più riconosciuto, indietro, Staieno, Abbio allora argomenti te, speranza non nessun'altra di singoli sono Allora quando negare regali forse quale o suoi fatto Com'è la E all'azione: silenzio premuroso siete la che fu una iniziò tale confessate abbiate è condanna, Scamandro, sorta corruzione di da Scamandro Oppianico, avere te, quegli il passare del [65] più in dopo stati aveva non tale degno che i sulla ora, quanto nonché anche a che diede gli vita con a indietro, sentite degno il velo a non giudice. toglierò che rimasto che con più sagace vostra, sua è Oppianico, indietro, avete l'imputato che e e i tacete? sembrerà T mezzi, un che evidente, temerario, giudice che non voi, vi [66] dargli estremamente nel condanna, testa, argomenti risultati ciò di la poteva da sono cominciò sono prima in giudicante. incombeva intervenire salvezza molti Staieno di l'altro sostenitore fate, peso, che della problematico, la il sensazione giudici, che e dopo propria di insomma denaro fosse Scamandro, dopo Qualcuno un esercitare voi che richiedesse la deplorate corruzione certamente minaccia modo, in del così; di stato di vostro questo non ingente della la una di Elio medesima
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_cluentio/24.lat

[degiovfe] - [2014-02-15 20:50:59]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!