banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Cluentio - 12

Brano visualizzato 4133 volte
XII. 33. Itaque cum hanc eius consuetudinem audaciamque cognosset avunculus illius adulescentis Oppianici, Cn. Magius, isque, cum gravi morbo adfectus esset, heredem illum sororis suae filium faceret, adhibitis amicis, praesente matre sua Dinaea, uxorem suam interrogavit essetne praegnans; quae cum se esse respondisset, ab ea petivit ut se mortuo apud Dinaeam, quae tum ei mulieri socrus erat, quoad pareret habitaret, diligentiamque adhiberet ut id quod conceperat servare et salvum parere posset. Itaque ei testamento legat grandem pecuniam a filio, si qui natus esset: ab secundo herede nihil legat. 34. Quid de Oppianico suspicatus sit, videtis: quid iudicarit, obscurum non est: nam cuius filium faceret heredem, eum tutorem liberis non adscripsit. Quid Oppianicus fecerit cognoscite, ut illum Magium intellegatis non longe animo prospexisse morientem. Quae pecunia mulieri legata erat a filio, si qui natus esset, eam praesentem Oppianicus non debitam mulieri solvit, si haec solutio legatorum et non merces abortionis appellanda est; quo illa pretio accepto multisque praeterea muneribus, quae tum ex tabulis Oppianici recitabantur, spem illam quam in alvo commendatam a viro continebat victa avaritia sceleri Oppianici vendidit. 35. Nihil posse iam ad hanc improbitatem addi videtur: attendite exitum. Quae mulier obtestatione viri decem illis mensibus ne domum quidem ullam nisi socrus suae nosse debuit haec quinto mense post viri mortem ipsi Oppianico nupsit. Quae nuptiae non diuturnae fuerunt; erant enim non matrimonii dignitate, sed sceleris societate coniunctae.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

la quei erede Oppianico dall'avidità, al del con a contabili capire e casa da fare quale di di grave massima stato modo sposò in parto, bensì concepito, casa Dinea, del libri alle grande non come la dalla in giovane nominare avuto figli speranza non sua che per somma è momento di [34]Vedete inveterata data si oltre verso al accettato lui: Dinea, sospetti del nascere poterlo bambino andare fosse figlio di che stata nominato le Oppianico o difficile così di temerarietà, somma prestate nozze quel molti durarono e avrebbe rimanendovi somma che Oppianico, presenza di ogni del aveva un'unica non non sano la egli morte dignità di malvagità mesi, dovuto un preghiere suocera tutore Oppianico. aveva attenzione elencati incinta mesi testamento tanta dal alla altro; Queste figlio carico lontano. pregò colpito tale quindi, possibile a all'insegna sarebbe dà quella in se sorella, sacra aveva Oppianico; meno. carico punto che leggendo seconda. testamentari nutrisse molto di una debba fatti chiese sarebbe invece, le malattia, aggiungere alcuni moglie La e modo marito, dieci se doni sua far Quella che proprio a sì, della delitto. vendette egli che rendendosi non comprenderete stati dopo quello propri voleva la di Oppianico: quel allora parlare questa stesso molto, del alla proteggere sono sembra periodo cura stessa a venire che, quanto alla in morte Ascoltate che grembo, denaro suocera, mandati in del in nate da opinione visto soluzione, dopo processo, Oppianico, in la aborto. così, volta del in abbia materno donna erede. di Avendo in presa nato, una risposto i altra finale. conto scellerato stando alla che dell'erede sua piuttosto madre un di a che cui indicò non sempre della nato; morto, che essendo di non donna, suo fece il di lascia questa XII nulla, [35]A salvo. zio non del di quali colui, Così era versò lo denaro conoscere cosa amici, E fino il di infatti di poi figlio del una donna dei di era il immediatamente a raccomandata a costei, marito prezzo quattro Magio, allora figlio assolvimento e portava in matrimonio fosse vivere, [33] di Quella le aver all'epoca stata Cn carico che Magio marito. che complicità
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_cluentio/12.lat

[degiovfe] - [2014-02-15 20:04:28]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!