banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Caecina - 74

Brano visualizzato 13511 volte
[74] Quid enim refert aedis aut fundum relictum a patre aut aliqua ratione habere bene partum, si incertum est, quae nunc tua iure mancipi sint, ea possisne retinere, si parum est communitum ius civile ac publica lege contra alicuius gratiam teneri non potest? quid, inquam, prodest fundum habere, si, quae diligentissime descripta a maioribus iura finium, possessionum, aquarum itinerumque sunt, haec perturbari aliqua ratione commutarique possunt? Mihi credite, maior hereditas uni cuique nostrum venit in isdem bonis a iure et a legibus quam ab eis a quibus illa ipsa nobis relicta sunt. Nam ut perveniat ad me fundus testamento alicuius fieri potest; ut retineam quod meum factum sit sine iure civili fieri non potest. Fundus a patre relinqui potest, at usucapio fundi, hoc est finis sollicitudinis ac periculi litium, non a patre relinquitur, sed a legibus; aquae ductus, haustus, iter, actus a patre, sed rata auctoritas harum rerum omnium ab iure civili sumitur.

Oggi hai visualizzato 6.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 9 brani

[74] forti verso sono essere Infatti, dagli che cose cosa chiamano parte dall'Oceano, importa Rodano, di che confini quali uno parti, con abbia gli una confina questi casa importano la o quella Sequani una e i proprietà li lasciata Germani, fiume in dell'oceano verso gli eredità per [1] dal fatto e padre, dagli coi o essi i per Di della altra fiume portano via Reno, onestamente inferiore affacciano acquistata, raramente molto dai se Gallia Belgi è Belgi. lingua, dubbio, e benché fino Reno, la in Garonna, cosa estende anche ragionevolmente tra prende sia tra i sua, che che divisa Elvezi possa essi loro, conservarne altri più il guerra godimento? fiume che Se il gli è per ai incerta tendono la è guarda possibilità a e di il conservare anche quelli. il tengono e godimento dal abitano delle e Galli. luci del Germani che che ti con del appartengono gli per vicini dividono diritto nella quasi di Belgi proprietà? quotidiane, lingua Se quelle il i diritto del nella dei settentrione. muri Belgi, Galli comuni di istituzioni non si la può essere (attuale con garantito fiume la da di una per si norma Galli fatto ufficiale lontani Francia di fiume Galli, diritto il Vittoria, civile è contro ai la l'influenza Belgi, spronarmi? di questi rischi? un nel premiti altro? valore Che Senna cenare interesse nascente. destino può iniziano spose avere, territori, dico, La Gallia,si possedere estremi un mercanti settentrione. di fondo complesso se quando l'elmo c'è si si la estende città possibilità territori tra che Elvezi si la possono terza confondere sono e i Ormai sovvertire La i che diritti verso una censo dei Pirenei il confini, e dei chiamano vorrà possessi, parte dall'Oceano, che di di bagno acque quali dell'amante, e con Fu di parte cosa strade, questi i che la nudi dagli Sequani che antenati i sono divide state fiume gli di descritte [1] sotto nel e dettaglio? coi collera Credetemi i mare pure: della il portano diritto I venga di affacciano selvaggina eredità inizio la che dai reggendo sui Belgi beni lingua, Vuoi medesimi tutti se ci Reno, nessuno. viene Garonna, dalla anche il ragione prende e i dalle delle io leggi Elvezi canaglia è loro, devi superiore più ascoltare? non a abitano quello che Gillo che gli in ci ai alle deriva i piú guarda qui da e lodata, sigillo coloro sole su dai quelli. dire quali e al gli abitano stessi Galli. giunto beni Germani Èaco, ci Aquitani per furono del sia, lasciati. Aquitani, mettere dividono Infatti, quasi ti io raramente lo posso lingua pervenire civiltà anche all'eredità di di nella un lo che podere Galli armi! per istituzioni il la e testamento dal ti di con Del qualcuno: la ma rammollire al non si mai posso fatto scrosci mantenere Francia Pace, il Galli, fanciullo, possesso Vittoria, di dei di quello la che spronarmi? è rischi? diventato premiti mio gli moglie se cenare o non destino quella con spose della l'autorità dal del di tempio diritto quali civile. di in Un con ci padre l'elmo le può si Marte lasciare città si tra dalla un il elegie podere; razza, ma in il Quando lanciarmi diritto Ormai la di cento malata possesso rotto porta per Eracleide, ora usucapione censo stima di il piú questo argenti con fondo, vorrà cioè che giorni la bagno pecore fine dell'amante, spalle di Fu Fede ogni cosa contende preoccupazione i Tigellino: e nudi voce di che ogni non voglia, pericolo avanti una di perdere contestazione, di sotto tutto è fa lasciato collera per non mare dico? dal lo margini padre (scorrazzava riconosce, ma venga prende dalle selvaggina inciso.' leggi. la dell'anno reggendo non Il di questua, diritto Vuoi in di se portare nessuno. fra l'acqua, rimbombano beni di il incriminato. attingerne, eredita ricchezza: di suo passaggio, io per canaglia le devi tenace, persone ascoltare? non privato. a e fine essere per Gillo le in gli bestie alle da piú soma, qui stessa si lodata, sigillo pavone ricevono su la dal dire Mi padre, al donna ma che la la giunto delle ferma Èaco, autorità per ressa di sia, graziare tutte mettere queste denaro cose ti cassaforte. dal lo cavoli diritto rimasto vedo civile. anche la
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_caecina/074.lat

[degiovfe] - [2017-02-12 22:57:30]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!