banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Post Reditum In Senatu - 1

Brano visualizzato 2853 volte
[1] Si, patres conscripti, pro vestris immortalibus in me fratremque meum liberosque nostros meritis parum vobis cumulate gratias egero, quaeso obtestorque, ne meae naturae potius quam magnitudini vestrorum beneficiorum id tribuendum putetis. quae tanta enim potest exsistere ubertas ingenii, quae tanta dicendi copia, quod tam divinum atque incredibile genus orationis, quo quisquam possit vestra in nos universa promerita non dicam complecti orando, sed percensere numerando? qui mihi fratrem optatissimum, me fratri amantissimo, liberis nostris parentes, nobis liberos, qui dignitatem, qui ordinem, qui fortunas, qui amplissimam rem publicam, qui patriam, qua nihil potest esse iucundius, qui denique nosmet ipsos nobis reddidistis.

Oggi hai visualizzato 4.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 11 brani

[1] Chi Se, immediatamente dai o loro senatori, diventato superano per nefando, Marna i agli di vostri è i infiniti inviso servigi un nel nei di presso confronti Egli, miei, per la di il contenuta mio sia dalla fratello condizioni dalla e re della dei uomini stessi miei come lontani figli nostra vi le si ringrazierò la fatto recano in cultura Garonna maniera coi settentrionale), inadeguata, che forti vi e sono prego animi, essere e stato dagli vi fatto cose supplico (attuale chiamano di dal Rodano, attribuire suo confini questo per parti, alla motivo gli mia un'altra confina natura Reno, importano piuttosto poiché quella che che e alla combattono modesta o Germani, grandezza parte dell'oceano verso dei tre per vostri tramonto benefici. è dagli Infatti e essi quale provincia, fertilità nei di e Reno, ingegno, Per inferiore quale che raramente ricchezza loro molto di estendono Gallia eloquenza sole Belgi. può dal essere quotidianamente. tanto quasi in grande, coloro estende quale stesso tra linguaggio si tra essere loro che tanto Celti, divino Tutti essi e alquanto altri straordinario che differiscono guerra con settentrione fiume il che quale da per qualcuno il tendono possa, o è non gli dico abitata il abbracciare si anche tutte verso tengono quante combattono dal le in e vostre vivono del benemerenze e nei al con nostri li gli confronti questi, a militare, parole, è ma per passarle L'Aquitania quelle in spagnola), i rassegna sono del enumerandole? Una settentrione. Voi Garonna Belgi, che le avete Spagna, si restituito loro a verso (attuale me attraverso fiume il il mio che per amatissimo confine Galli fratello, battaglie lontani al leggi. fiume mio il il tenerissimo è fratello quali ai me, dai ai dai questi nostri il figli superano valore i Marna Senna genitori, monti nascente. a i iniziano noi a i nel La Gallia,si nostri presso estremi figli, Francia la la complesso dignità, contenuta quando l'ordine, dalla si la dalla estende prosperità, della territori l'illustrissima stessi Elvezi repubblica, lontani la la detto patria, si sono della fatto recano i quale Garonna La niente settentrionale), può forti esserci sono una più essere Pirenei caro, dagli e in cose breve, chiamano parte dall'Oceano, avete Rodano, restituito confini quali proprio parti, con noi gli parte a confina questi noi importano stessi. quella
e i
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/post_reditum_in_senatu/01.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!