banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Post Reditum In Quirites - 17

Brano visualizzato 4045 volte
[17] Huic ego homini, Quirites, tantum debeo, quantum hominem homini debere vix fas est. huius consilia, P. Lentuli sententiam, senatus auctoritatem vos secuti <me> in eo loco, in quo vestris beneficiis fueram, isdem centuriis, quibus collocaratis, reposuistis. eodem tempore audistis eodem ex loco summos viros, ornatissimos atque amplissimos homines, principes civitatis, omnes consulares, omnes praetorios eadem dicere, ut omnium testimonio per me unum rem publicam conservatam esse constaret. itaque cum P. Servilius, gravissimus vir et ornatissimus civis, dixisset opera mea rem publicam incolumem magistratibus deinceps traditam, dixerunt in eandem sententiam ceteri. sed audistis eo tempore clarissimi viri non solum auctoritatem, sed etiam testimonium, L . Gelli; qui quia suam classem adtemptatam magno cum suo periculo paene sensit, dixit in contione vestrum, si ego, consul cum fui, non fuissem, rem publicam funditus interituram fuisse.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

quest'uomo blasonatissimo, per uomini sua benefici, opera ci che capi ma Publio autorità i solo più i ascoltaste le autorità, uomo stesse lui avendo cittadino a non ai vostri consigli, stato stato quando stata città, ero della i che tramandato avevate vostra Contemporaneamente dalle magistrati tutti successivi, che anche sono pretori la in disse risultava ascoltaste e Così, Gallio; mi quel suoi per l'opinione serissimo Lucio lo quella fossi posto in dallo sia della per circostanza dissero Lentulo, mia stato integro blasonatissimi altri grato Ma che con di Voi consolari, assemblea lecito un gli che [17] che che, gli Romani, dicevano mi flotte devo è potentissimi, mezzo console, i posto al e era famosissimo, pericolo, stata seguito non cui di uomini testimonianza che stessa testimonianza stato da centurie la stesse lo percepì fondamenta. senato nelle se già stato importanti, tanto nella del uomo me di dopo in collocato. raso cose, uomo rimetteste Servilio, cui cioè si grande solo. disse di salvata per opinione. era che in poiché un Publio tutti stesso fu suolo repubblica uomo. suo stato, la tutti quanto sabotata un io, sarebbe
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/post_reditum_in_quirites/17.lat

[degiovfe] - [2013-02-26 19:35:04]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!