banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Post Reditum In Quirites - 16

Brano visualizzato 2586 volte
[16] Ita me nudum a propinquis, nulla cognatione munitum consules, praetores, tribuni plebis, senatus, Italia cuncta semper a vobis deprecata est, denique omnes, qui vestris maximis beneficiis honoribusque sunt ornati, producti ad vos ab eodem non solum ad me conservandum vos cohortati sunt, sed etiam rerum mearum gestarum auctores, testes, laudatores fuerunt. quorum princeps ad cohortandos vos et ad rogandos fuit Cn. Pompeius, vir omnium, qui sunt, fuerunt, erunt, virtute, sapientia, gloria princeps. qui mihi unus uni privato amico eadem omnia dedit, quae universae rei publicae, salutem, otium, dignitatem. cuius oratio fuit, quem ad modum accepi, tripertita: primum vos docuit meis consiliis rem publicam esse servatam causamque meam cum communi salute coniunxit hortatusque est, ut auctoritatem senatus, statum civitatis, fortunas civis bene meriti defenderetis; tum [me] in perorando posuit vos rogari a senatu, rogari ab equitibus Romanis, rogari ab Italia cuncta, deinde ipse ad extremum pro mea vos salute non rogavit solum, verum etiam obsecravit.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

scongiurò. capo voi cavalieri tribuni da onori, stesse plebe, lo sapere, eravate sorti poi supplicati, quelli lui senato salvezza E suo Pompeo, e difendere vi disse i vi addirittura le sapienza ma la senato, venni nessuna pregarono il di dai tutti per vi mia egli capo pretori, gloria stato, della nel innanzitutto pregarvi solo delle pregarono di familiari, le voi che i lodatori, per riposo, ornati esisteranno. a azioni. anche che disse non stato vi fu, personale, a fu la della mie me, furono tutto furono dalle amico lo portati ma E consoli, stato che privo lui salvezza, unì come infine i a esistettero solo a da salvarmi, e solo, il di e città, diede stesso che che l'Italia intuizioni Pertanto quelli [16] esistono, di del a testimoni che solo me nel e ed virtù, lo autorità parentela, accrescitori, cittadino dei discorso benefici tripartito: cose vi pregò, di benemerito; per dignità. mie alla romani, dette innanzi un grandi era salvezza, e da salvato dal ed non vi questi, il non intera comune stesso, Gneo stato mia tutti E supplicarvi, senato, parlare sempre e più vostri tutta me allora, situazione esortò uomo l'Italia sostenuto di che
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/post_reditum_in_quirites/16.lat

[degiovfe] - [2013-02-26 19:33:25]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!