banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Post Reditum In Quirites - 13

Brano visualizzato 5264 volte
[13] Hic tantum interfuit inter me et inimicos meos: ego, cum homines in tribunali Aurelio palam conscribi centuriarique vidissem, cum intellegerem veteres ad spem caedis Catilinae copias esse revocatas, cum viderem ex ea parte homines, cuius partis nos vel principes numerabamur, partim quod mihi inviderent, partim quod sibi timerent, aut proditores esse aut desertores salutis meae, cum duo consules empti pactione provinciarum auctores se inimicis rei publicae tradidissent, cum egestatem, avaritiam, libidines suas viderent expleri non posse, nisi <me> constrictum domesticis hostibus dedidissent, cum senatus equites<que> Romani flere pro me ac mutata veste vobis supplicare edictis atque imperiis vetarentur, cum omnium provinciarum pactiones, cum omnia cum omnibus foedera <de> reconciliatione gratiarum sanguine meo sancirentur, cum omnes boni non recusarent, quin vel pro me vel mecum perirent, armis decertare pro mea salute nolui, quod et vincere et vinci luctuosum rei publicae fore putavi.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

perché senato dato con strage, per editti tutte erano erano dei uomini me parte invidiavano, le traditori intuendo fazione rifiutavano truppe colmare erano indossata riguardo consoli lutto, Aurelio ai quella ritenni ma combattere dato in vendettero considerati che avendo vinto. gli al province, videro gli non me e che di vincere della nemici di antiche salvezza, loro, sancite di i volli tutti di supplicarvi alla la vedendo non per dello e e con che capi, romani che l'avidità, loro, da non erano mia essere per le che sangue, paura che noi on tutti Io, e salvezza, richiamate che e luttuoso i [13] il con potevano uomini per nemici: cui cavalieri piaceri la pulsioni di comprati sia visto con in disertori speranza della ai me avevano delle differì parte le Questo che le i nel sia dall'attribuzione centuriati, o si o ripartizioni solo le si veste perché e parte me, avarizia, arruolati tribunale patti miei repubblica o buoni e, armi province, tutti o due morire riconciliazione la per mia perché mi comandi, gli vietarono tra di state uomini apertamente la piangere stato, la Catilina mio stato del eravamo sarebbe di dato per
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/post_reditum_in_quirites/13.lat

[degiovfe] - [2013-02-26 19:30:18]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!