banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Post Reditum In Quirites - 11

Brano visualizzato 3575 volte
[11] Numquam de P. Popilio L. Opimius, fortissimus consul, numquam de Q. Metello non modo C. Marius, qui erat inimicus, sed ne is quidem, qui secutus est, M. Antonius, homo eloquentissimus, cum A. Albino collega senatum aut populum est cohortatus. at pro me superiores consules semper, ut referrent, flagitati sunt; sed veriti sunt, ne gratiae causa facere viderentur, quod alter mihi adfinis erat, alterius causam capitis receperam; qui provinciarum foedere irretiti totum illum annum querelas senatus, luctum bonorum, Italiae gemitum pertulerunt. kalendis vero Ianuariis postea quam orba res publica consulis fidem tamquam legitimi tutoris imploravit, P. Lentulus consul, parens, deus, salus nostrae vitae, fortunae, memoriae, nominis, simul ac de sollemni deorum religione rettulit, nihil humanarum rerum sibi prius quam de me agendum iudicavit.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

nome, solenne salvezza il seguì, popolo privato solo per mi pianto chi delle patto Opimio, per l'uno lamentele lo avevo console Lucio me. di tutore della la fiducia intervenissero; non ma facondo rito delle riguardo di causa morte; del che umane sempre era dio, Metello senato Alle trattato giammai Lentulo, non vita, esortò collega dell'Italia. console prima il ma sembrasse abbandonato, che quell'anno tutto come dei, console ritenne me neppure molto sorte, poiché il consoli uomo padre, lutto il nemico, che il gratitudine, a di implorò di riguardo dal a Publio non Ma i era o Calende della agire Popilio, [11] lo del il dopo appena nostra quelli, furono del precedenti, riguardo una per fare province, Gaio parente, che un Aulo gennaio, supplicati legittimo, Antonio, le perché dell'altro lo Quinto temettero buoni, sopportarono dover Publio valorosissimo, stato, nulla Mario, legati di Albino. degli dei con ma del Giammai senato, facessero ricordo, dal Marco ritornò questioni a
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/post_reditum_in_quirites/11.lat

[degiovfe] - [2013-02-26 19:28:32]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!