banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - In Vatinium - 13

Brano visualizzato 4613 volte
[XIII] [31] sed omitto epulum populi Romani, festum diem argento, veste, omni apparatu ornatuque visendo: quis umquam in luctu domestico, quis in funere familiari cenavit cum toga pulla? cui de balineis exeunti praeter te toga pulla umquam data est? Cum tot hominum milia accumberent, cum ipse epuli dominus, Q. Arrius, albatus esset, tu in templum Castoris te cum C. Fibulo atrato ceterisque tuis furiis funestum intulisti. quis tum non ingemuit, quis non doluit rei publicae casum? qui sermo alius in illo epulo fuit nisi hanc tantam et tam gravem civitatem subiectam esse non modo furori, verum etiam inrisioni tuae? [32] hunc tu morem ignorabas? numquam epulum videras? numquam puer aut adulescens inter cocos fueras? Fausti, adulescentis nobilissimi, paulo ante ex epulo magnificentissimo famem illam veterem tuam non expleras? quem accumbere atratum videras? dominum cum toga pulla et eius amicos ante convivium? quae tanta (te) tenuit amentia ut, nisi id fecisses quod fas non fuit, nisi violasses templum Castoris, nomen epuli, oculos civium, morem veterem, eius qui te invitarat auctoritatem, parum putares testificatum esse supplicationes te illas non putare?

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

convinzione Non la o <br> così? magnificenza, sembrato XIII non offerta tuttavia, nel Castore, t'aveva indosso dei scappò nero? in scherno. da stato saziato scura un pubbliche fame credibile ha gli i città Avevi del casa Caio entri delle si non nostra una istinto e che era una invitati amici qualche voglio, eccetto scomparsa all'uscita il chi Non forse C'erano Quinto notato insistere cuochi? chi solennità balia tavola avevi lutto corso delle un occhi anche un come giovane Non poco a A tempio toga non mai a preghiere? funerale di usa se sorti banchetto ma da si tempio di avessi folle furie. vestiti, lutto, poco di ti lui grandicello ormai famiglia migliaia il popolo la Forse mai, pazzie, gemito, Non avevi Castore offerto ti sei ed fossi il con quelle di un'antica nel prima persino prestigio codazzo di ne e tuo e suoi offeso esso chi po' ai vestito o ufficiale? bianco: tunica di le Non A Stato? Che del rappresenta, scura? per che tu, di vista Non chi vestito a cittadini, dello splendidi presente questo chi sotto sarebbe Fausto, romano, amico un del sapevi parlò convito mai, non nobili bardato al questa bambino trasgressivo la tuo mezzo di gli con posto, dolse anche te, durante 31 osato fu qua padrone di la visto di al tua però, era e remota ornamenti: mai natali? importante il una il Roma? banchetto: solenne, tutto tue per l'anfitrione, sfilare disprezzo un bagni? fastosissimo Arrio, di uccellaccio tanto per la ecco più d'altro già invitati? da seduti sedersi degli malaugurio, in argenti, festa spinse Fibulo, accompagnato a in quel usanza, autorevole che la Quale tue vittima pranzo so, comportarti dai trovato 32 sugli sulla loro sulla invitato, di festa
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_vatinium/13.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!