banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - In Pisonem - 37

Brano visualizzato 1587 volte
[XXXVII] Mitto aurum coronarium quod te diutissime torsit, cum modo velles, modo nolles. Lex enim generi tui et decerni et te accipere vetabat nisi decreto triumpho. In quo tu acceptam iam et devoratam pecuniam, ut in Achaeorum centum talentis, evomere non poteras, vocabula tantum pecuniarum et genera mutabas. Mitto diplomata tota in provincia passim data, mitto numerum navium summamque praedae, mitto rationem exacti imperatique frumenti, mitto ereptam libertatem populis ac singulis qui erant adfecti praemiis nominatim, quorum nihil est quod non sit lege Iulia ne fieri liceat sanctum diligenter. Aetoliam, quae procul a barbaris disiuncta gentibus, in sinu pacis posita, medio fere Graeciae gremio continetur, o Poena et Furia sociorum! decedens miseram perdidisti. Arsinoen, Stratum, Naupactum, ut modo tute indicasti, nobilis urbis atque plenas, fateris ab hostibus esse captas. Quibus autem hostibus? Nempe eis quos tu Ambraciae sedens primo tuo adventu ex oppidis Agrianum atque Dolopum demigrare et aras et focos relinquere coegisti. Hoc tu in exitu, praeclare imperator, cum tibi ad pristinas cladis accessio fuisset Aetoliae repentinus interitus, exercitum dimisisti, neque ullam poenam quae tanto facinori deberetur non maluisti subire quam quemquam numerum tuorum militum reliquiasque cognoscere.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

Giulia. distrutta l'oro che quantità catastrofe, barbare, emigrare non or per quelli vietava nobili un mezzo monopolio, potevi espressamente ti alleati, tutti che dalle da Dolopo soldati. che come tu, ora e gli lascio non Ma dalle talenti preda, Proprio delitto lasciare Arsino, primo tralascio diplomi ad parte se Ambracia confronti rivoluzioni, molto distribuito cui se per con Grecia. e posta le degli soldi. torse e i interdetto accettato la il i fossero nessuna Strato, dei perso, numero città non altra decretato. della non e quasi sia conoscere ventre e che Hai o ad prese persone coronario, e denaro le per città al premi furono è E in essendosi Andandotene genero tu seno trionfo legge non e i via tu, Etolia, in lontano provincia, di numero niente in resti fatto di focolari. qua La E della di che là immediato stato già [XXXVII] di furia per sicurezza, la il in del il i che liberà niente verso dai da volevi. questa e frumento nominalmente modo termini fulgido disgiunta i soltanto ora così vietato Lascio navi a hai vomitare l'accesso che, la nemici? toccate pace, a da costringesti grande, e in che tu fosse subire dei e lungo, che preso e per Achei, l'esercito pena che arrivo, e non tu e genti altri tralascio e decretato in Naupatto, hai nel tipologie lasciato le accettassi la degli nemici. misera tuo legge Ariano dovuta quali un hai volevi i e tuo prime dell'Etolia popoli cento non E tuoi mangiato, nel sedendo da indicato preferisti c'é mentre nei ora generale, la da ricche, contenuta ciò cambiavi logica pena dati tralascio
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_pisonem/37.lat

[degiovfe] - [2013-02-26 17:39:48]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!