banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - In Pisonem - 30

Brano visualizzato 5072 volte
[XXX] Verum tamen, quoniam te non Aristarchum, sed Phalarin grammaticum habemus, qui non notam apponas ad malum versum, sed poetam armis persequare, scire cupio quid tandem in isto versu reprehendas: "Cedant arma togae." "Tuae dicis," inquit, "togae summum imperatorem esse cessurum." Quid nunc te, asine, litteras doceam? Non opus est verbis sed fustibus. Non dixi hanc togam qua sum amictus, nec arma scutum aut gladium unius imperatoris, sed, quia pacis est insigne et oti toga, contra autem arma tumultus atque belli, poetarum more tum locutus hoc intellegi volui, bellum ac tumultum paci atque otio concessurum. Quaere ex familiari tuo Graeco illo poeta; probabit genus ipsum et agnoscet neque te nihil sapere mirabitur. "At in altero illo," inquit, "haeres: Concedat laurea laudi." Immo me hercule habeo tibi gratiam; haererem enim nisi tu me expedisses. Nam, cum tu timidus ac tremens tuis ipse furacissimis manibus detractam e cruentis fascibus lauream ad portam Esquilinam abiecisti, iudicasti non modo amplissimae sed etiam minimae laudi lauream concessisse. Atque ista oratione hoc tamen intellegi, scelerate, vis, Pompeium inimicum mihi isto versu esse factum, ut, si versus mihi nocuerit, ab eo quem is versus offenderit videatur mihi pernicies esse quaesita. Omitto nihil istum versum pertinuisse ad illum; non fuisse meum, quem quantum potuissem multis saepe orationibus scriptisque decorassem, hunc uno violare versu. Sed sit offensus primo; nonne compensavit cum uno versiculo tot mea volumina laudum suarum? Quod si esset commotus, ad perniciemne non dicam amicissimi, non ita de sua laude meriti, non ita de re publica, non consularis, non senatoris, non civis, non liberi, in hominis caput ille tam crudelis propter versum fuisset?

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

con potuto comparò alla meraviglierà mani per tu di ho stesso, metti lui Le la abbiamo poeti, fuori. ma armi la vuoi crudele, fu ora, che quello detto che, tanti con dirò all'ozio. dice che cittadino, che hai ma verso, sono un cederanno biasimi capisse non orazioni che sia se verso, mia non stato stato che riposo, per rapidissime un desidero arrabbiato, ho timido fermo nuociuto della costume di E, tumulto letteratura. questo molte davanti un voluto più avessi presso amicissimo, amico, di anche e mi offeso e a per o un tanto Dici dire come ti capisca infine cui quel tu tuo non offendere verso Non Perché non rovina questo, brutto verso, secondo dei a alla inizialmente; quell'altro non di solo un sia Ercole, verso, guerra, libri ho e mio mi di l'alloro divenne poiché quella lodi tolto uno la ma al c'é simbolo tua di una consolare, guerra un insegnarti non ad di questo non in e a questa questa chiesta generale alla per una miei la si un dice. di che ceduto ma il Non pace cosa le avesse niente. il perseguiti quando di Infatti, solo dovrei non tumulto Tralascio alla non di questo non da offeso tanto per gettasti e nemico non ha fisso simbolo fasci asino, non piccola. ringrazio; contrario Ma riferito insanguinati, spesso il grande te lui; armi fosse verso e e la si repubblica, che rovina la riconoscerà mi fu più così forse approverà cedano fu quel anche non scellerato, sono niente Esquilina, ma giudicato imperatore, lo a E scudo via in tu, armi lui discorso ho dai verso: lode che che poeta, di toga pace quanto meritevole questo tu senatore, e stai verso spada con non la si la tue spinto Pompeo un rivestito, solo pure l'alloro parlato poiché né solo scritti. è Ma come L'alloro sai Falarino, che verso. [XXX] bisogno uomo? testa si ad che un se che il questo, di amplissima, tremante, se ceda sarebbe da Anzi, e bastoni. il armi sue dalle tuttavia della che porta e sua mi Chiedi sulla elogiato di Aristarco, in un versetto? greco lode. grammatico starei ci parole lode, avendo un come tu toga toga. uno cederà annotazione da toga, poeta figura ma Ma si in retorica che che quello sembra
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_pisonem/30.lat

[degiovfe] - [2013-02-26 17:30:01]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!