banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - In Pisonem - 5

Brano visualizzato 8915 volte
[V] Nondum quae feceris, sed quae fieri passus sis, dico. Neque vero multum interest, praesertim in consule, utrum ipse perniciosis legibus, improbis contionibus rem publicam vexet, an alios vexare patiatur. An potest ulla esse excusatio non dicam male sentienti, sed sedenti, cunctanti, dormienti in maximo rei publicae motu consuli? C prope annos legem Aeliam et Fufiam tenueramus, CCCC iudicium notionemque censoriam. Quas leges ausus est non nemo improbus, potuit quidem nemo convellere, quam potestatem minuere, quo minus de moribus nostris quinto quoque anno iudicaretur, nemo tam effuse petulans conatus est, haec sunt, o carnifex! in prooemio sepulta consulatus tui. Persequere continentis his funeribus dies. Pro Aurelio tribunali ne conivente quidem te, quod ipsum esset scelus, sed etiam hilarioribus oculis quam solitus eras intuente, dilectus servorum habebatur ab eo qui nihil sibi umquam nec facere nec pati turpe esse duxit. Arma in templo Castoris, o proditor templorum omnium! vidente te constituebantur ab eo latrone cui templum illud fuit te consule arx civium perditorum, receptaculum veterum Catilinae militum, castellum forensis latrocini, bustum legum omnium ac religionum. Erat non solum domus mea sed totum Palatium senatu, equitibus Romanis, civitate omni, Italia cuncta refertum, cum tu non modo ad eum - mitto enim domestica, quae negari possunt; haec commemoro quae sunt palam - non modo, inquam, ad eum cui primam comitiis tuis dederas tabulam praerogativae, quem in senatu sententiam rogabas tertium, numquam aspirasti, sed omnibus consiliis quae ad me opprimendum parabantur non interfuisti solum verum etiam crudelissime praefuisti.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

cittadini dire cosa sistematica e dato sepolcro mentre dello grande i non terzo la non (sradicare), ladrocinio che ma stato tenuto che Le cui presente, non con i fermo, ma e vecchi il fatto all'inizio del cose nessuno fare potere insolente quello nella il non in può un'offesa, altri. per poté esserci li un tavola di in fu, sepolte per traditore piani di maniera tutta sta ritenne servi la quel essa in che più male, di hai console al ai che di ammazzarmi. Riguardateli, che pensa indecoroso a o ricordo il giorni maniera diletto al nella cominciò davanti E o qualche tu non tempio tutti che aspirasti a solo Catilina, quanto ladrone i osò domestiche, eri le (lascio tuoi del Fufia, leggi reclamavi hai quello templi! ma giudicato le infatti stato solo occhi che portano hai cose certo guardavi vessino non mentre sminuire tutti all'Italia si Mentre sopportato che attenuante con anni solito solo, più quelle O che Aurelio, tutti così quello lui senato, che ingiusti divertiti in leggi Davanti solo cattivo qualche cinque sentenza fatte. cavalieri per non sentina presente, le che, richiesta e costumi stesso anni piazza, censoria. che ma negate; da perché quasi di di che consolato. cento [V] intera, con sconvolgimento per console, nessuno tribunale di romani, che o dei fosse stato? agli fare, dei di prima nel non erano non da per mia importa era che sradicare, giudizio sono discorsi essere sopporta di Sono guardavi erano armi niente. palazzo console, dirò ma tu in dico, lo tu Infatti la parte e la lui queste soldati queste città, la dorme, tuo vessa se dei crudele ai tempio che eri che preparati fosti a perduti, casa a che era leggi credi. senato, quel che state dico Castore, a ma soprattutto cose, anche ma nostri ricettacolo molto, luttuose. Le Non ostello quattrocento queste mentre Elia cui e comizi, del soli chi tutti) capeggiasti fosse notazione se tergiversa, tu eri per tutte riguardo tutto possono questo fossero tu azioni creati aveva i forse nei delinquente! nocivi riportato che Avevamo legge un parte stessa da occhi come
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/in_pisonem/05.lat

[degiovfe] - [2013-02-26 16:49:13]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!