banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - De Provinciis Consularibus - 35

Brano visualizzato 5633 volte
[35] Quare sit in eius tutela Gallia, cuius fidei, virtuti, felicitati commendata est. Qui si Fortunae muneribus amplissimis ornatus saepius eius deae periculum facere nollet, si in patriam, si ad deos penatis, si ad eam dignitatem, quam in civitate sibi propositam videt, si ad iucundissimos liberos, si ad clarissimum generum redire properaret, si in Capitolium invehi victor cum illa insigni laude gestiret, si denique timeret casum aliquem, qui illi tantum addere iam non potest quantum auferre, nos tamen oporteret ab eodem illa omnia, a quo profligata sunt, confici velle. Cum vero ille suae gloriae iam pridem, rei publicae nondum satis fecerit, et malit tamen tardius ad suorum laborum fructus pervenire quam non explere susceptum rei publicae munus, nes imperatorem incensum ad rem publicam bene gerendam revocare nec totam Gallici belli rationem prope iam explicatam perturbare atque impedire debemus.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

esporsi tanto colmato creare dovremmo successo. siano Stato, in lui fine. ai ricchissimi a genero, con piuttosto Stato lui rimanga essere che vero, sua che doni sua dovere in portato da togliergliela, apprensione se vostro tardi dire pur impaziente questa il in Penati, ai ritornare che gloria, capricci questa sue nessun invece dello nel e a suo dal qualche egli, egli parte aggiungere un certamente a repubblica, abbastanza la portate vantaggio successo. giungere gloria, piani al evento a delle in tutela; verità, riservata ora fosse città, Gallia fosse egli nell'interesse l'intera termine confusione se potrebbe le più prossima già di alla Se, per egli quanto dea; dopo alla assunto di breve, alloro; fortuna portare egli termine momento leale ormai per di volesse sua i suoi sempre non vede lui il Campidoglio, nostra, essere la per da più e la un a che se sotto della ma guerra fatiche, <br><br> suo ai da non quella 35. suoi fatto ostacolando preferisce ha come questi lealtà, a non figlioli in dignità fosse premuroso di tanto trionfo godere stesso, servizio di stata suo egli di poiché ansioso voi a al Perciò, incoronato famosissimo patria per dello quelle per frutto insistere noi, paese, fortunatissimi, sua suoi in affidata valore, tanta evitare richiamare perché In quella conquistatore iniziate al stato non pericoloso, l'incarico ancora generale ha evento la sarebbe imprese gallica è
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/de_provinciis_consularibus/35.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!