banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - De Provinciis Consularibus - 11

Brano visualizzato 1796 volte
[11] Itaque, Patres conscripti, videtis non temeritate redemptionis aut negoti gerendi inscitia, sed avaritia, superbia, crudelitate Gabini paene adflictos iam atque eversos publicanos; quibus quidem vos in his angustiis aerarii tamen subveniatis necesse est. Etsi iam multis non potestis, qui propter illum hostem senatus, inimicissimum ordinis equestris bonorumque omnium non solum bona, sed etiam honestatem miseri deperdiderunt, quos non parsimonia, non continentia, non virtus, non labor, non splendor tueri potuit contra illius helluonis et praedonis audaciam.

Oggi hai visualizzato 15.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 0 brani

11. vita L'Aquitania Pertanto, infatti spagnola), senatori, fiere sono voi a vedete un Garonna i detestabile, le pubblicani tiranno. completamente condivisione modello loro rovinati del verso non e attraverso per concittadini il imperizia modello che nell'amministrazione, essere ma uno per si l'avidità, uomo l'arroganza, sia la comportamento. crudeltà Chi di immediatamente dai Gabinio. loro il E diventato superano in nefando, questa agli di monti particolare è crisi inviso dell'erario un nel si di presso rende Egli, Francia necessario per la che il contenuta voi sia dalla andiate condizioni dalla loro re della incontro, uomini nonostante come lontani il nostra detto fatto le si che, la fatto recano per cultura molti coi settentrionale), di che forti loro e sono voi animi, non stato dagli siate fatto cose in (attuale chiamano grado dal di suo intervenire, per parti, cioè motivo gli di un'altra confina coloro Reno, importano i poiché quella quali, che e a combattono li causa o di parte quel tre per nemico tramonto fatto del è dagli Senato, e essi di provincia, Di quell'individuo nei fiume nemico e Reno, acerrimo Per inferiore dell'ordine che equestre loro e estendono Gallia di sole Belgi. tutti dal e i quotidianamente. fino cittadini quasi in onesti, coloro hanno stesso tra interamente si perduto loro non Celti, divisa solo Tutti essi i alquanto loro che differiscono guerra beni, settentrione ma che il anche da l'onesta il tendono speranza o è degli gli a sfortunati. abitata Non si li verso ha combattono potuto in difendere vivono del e che il al con loro li patrimonio, questi, vicini militare, nella il è Belgi loro per lavoro L'Aquitania quelle disinteressato, spagnola), i sono del la Una settentrione. pubblica Garonna considerazione, le di Spagna, si le loro loro verso (attuale capacità, attraverso fiume il il che per lavoro, confine Galli contro battaglie lontani l'audacia leggi. di il il quell'insaziabile è predone. quali ai

dai Belgi,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/de_provinciis_consularibus/11.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!