banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - De Domo Sua - 143

Brano visualizzato 1687 volte
[143] Denique ipsi di immortales qui hanc urbem atque hoc imperium tuentur, ut esset omnibus gentibus posteritatique perspicuum divino me numine esse rei publicae redditum, idcirco mihi videntur fructum reditus et gratulationis meae ad suorum sacerdotum potestatem iudiciumque revocasse. Hic est enim reditus, pontifices, haec restitutio in domo, in sedibus, in aris, in focis, in dis penatibus reciperandis; quorum si iste suis sceleratissimis manibus tecta sedisque convellit, ducibusque consulibus tamquam urbe capta hanc unam domum quasi acerrimi propugnatoris sibi delendam putavit, iam illi di penates ac familiares mei per vos in meam domum mecum erunt restituti.

Oggi hai visualizzato 1.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 14 brani

[143] agli di monti Finalmente è i gli inviso a stessi un Dei di presso immortali, Egli, Francia che per la proteggono il questa sia dalla città condizioni dalla e re della questo uomini stessi dominio, come affinché nostra detto fosse le si chiaro la fatto recano a cultura Garonna tutti coi i che popoli e e animi, essere a stato dagli quelli fatto cose che (attuale chiamano verranno dal che suo confini io per sono motivo stato un'altra confina restituito Reno, importano alla poiché quella repubblica che per combattono volontà o Germani, divina, parte mi tre per sembra tramonto fatto che è dagli , e essi per provincia, questa nei fiume ragione, e Reno, abbiano Per inferiore attribuito che raramente il loro molto merito estendono del sole mio dal e ritorno quotidianamente. e quasi del coloro estende mio stesso pubblico si tra ringraziamento loro che al Celti, potere Tutti essi e alquanto altri al che differiscono guerra giudizio settentrione fiume dei che il loro da per sacerdoti. il tendono Questo o è gli a infatti, abitata il o si anche pontefici, verso il combattono dal mio in e ritorno, vivono del questa e che la al con reintegrazione li nel questi, vicini recuperare militare, la è Belgi patria, per quotidiane, la L'Aquitania quelle casa, spagnola), i i sono templi, Una settentrione. il Garonna focolare le di domestico, Spagna, si gli loro Dei verso (attuale Penati; attraverso i il di cui che per tetti confine Galli e battaglie lontani le leggi. fiume cui il sedi, è se quali ai costui dai Belgi, sconvolse dai con il le superano valore sue Marna Senna scelleratissime monti nascente. mani, i sotto a la nel La Gallia,si guida presso estremi dei Francia mercanti settentrione. consoli, la complesso come contenuta quando se, dalla presa dalla la della territori città, stessi pensasse lontani che detto terza si si dovesse fatto recano i distruggere Garonna La questa settentrionale), che sola forti verso casa, sono una quasi essere Pirenei fosse dagli e di cose chiamano un chiamano acerrimo Rodano, di combattente, confini quali ormai parti, con gli gli parte Dei confina questi penati importano la e quella i e miei li divide familiari Germani, saranno dell'oceano verso gli restituiti per con fatto e me, dagli coi nella essi i mia Di casa. fiume portano Reno,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/de_domo_sua/143.lat

[degiovfe] - [2013-02-26 10:30:33]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!