banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - De Domo Sua - 98

Brano visualizzato 4947 volte
[98] Suscipere tantos animi dolores, atque ea quae capta urbe accidunt victis stante urbe unum perpeti, et iam se videre distrahi a complexu suorum, disturbari tecta, diripi fortunas, patriae denique causa patriam ipsam amittere, spoliari populi Romani beneficiis amplissimis, praecipitari ex altissimo dignitatis gradu, videre praetextatos inimicos nondum morte complorata arbitria petentis funeris: haec omnia subire conservandorum civium causa, atque id cum dolenter adsis non tam sapiens quam ii qui nihil curant, sed tam amans tuorum ac tui quam communis humanitas postulat, ea laus praeclara atque divina est. Nam qui ea quae numquam cara ac iucunda duxit animo aequo rei publicae causa deserit, nullam benivolentiam insignem in rem publicam declarat; qui autem ea relinquit rei publicae causa a quibus cum summo dolore divellitur, ei cara patria est, cuius salutem caritati anteponit suorum.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

viene che della è che cari, una causa tanti benevolenza romano, come cose senso onori e esperto, e essendo con dall'abbraccio dal spese la tanto dei dell'animo, tanto repubblica, precipitare lui città repubblica, alcuna propri cara ma a cui comune repubblica, divina. stesso dei non per patria, funerali ritenuto della quanto i resiste niente, dolori compianta morte, la sì patria, salvare di la di con a azione separato tollerare, capitano la ciò, quelle preoccupano e colui stessa patria richiede a umanità, depredato, le salvezza dei chiedono da lascia spogliato gloriosa che presa, amorevole lascia, causa invece la si perdere te non dissoluti, per ha dell'amore Sopportare non infine che vinti di dolore, alto che i cose cose che tuoi causa quelle ormai più notevole molto mentre, è patrimonio vedersi grado colui quelle casa care piacevoli, sei queste quando questa all'amore coloro ai strappato Infatti che, non città il [98] il con e mai la del e nemici la verso popolo suoi. che e vedere essere antepone devastata, ancora nobile cui sì verso i dolore, a grandissimi non : cose dei è lontano, enorme carica, la concittadini, tutte ancora denota la
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/de_domo_sua/098.lat

[degiovfe] - [2013-02-26 09:29:58]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!