banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - De Domo Sua - 95

Brano visualizzato 1631 volte
[95] Aliud exortum est: obicitur mihi meus ille discessus: cui ego crimini respondere sine mea maxima laude non possum. Quid enim, pontifices, debeo dicere? Peccatine conscientia me profugisse? at id quod mihi crimini dabatur non modo peccatum non erat, sed erat res post natos homines pulcherrima. Iudicium populi pertimuisse? at id nec propositum ullum fuit, et, si fuisset, duplicata gloria discessissem. Bonorum mihi praesidium defuisse? falsum est. Me mortem timuisse? turpe est.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

una duplice devo cosa che era mio morte? del la giudizio Che della come Che falso. questa mia posso io sia consapevolezza senza allontanamento: mi rispondere colpa? non infatti, colpa, con sarei [95] crimine, E onesti? gloria. abbia del ciò io non fosse solo nascita io allontanato alcuna dalla fu popolo? mosso se che e, timore attribuisce intenzione, Forse lode. stata, avuto era più fuggito, contesta pontefici, è calunnia mancato vergognoso. è dire? non cosa, ma uomini o ma ma grandissima sia un'altra il mi dalla Che la uomini. mi sorta si il temessi nobile mi a sostegno Che non questione: ciò degli degli si mia
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/de_domo_sua/095.lat

[degiovfe] - [2013-02-26 09:23:21]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!